Facebook, possibile multa per violazione privacy: accantonati 3 miliardi di dollari

Tecnologia
Getty Images

La Federal Trade Commission sta indagando per capire la compagnia ha violato un accordo del 2011 a garanzia della privacy degli utenti, ma non ha ancora annunciato la sua decisione

Facebook ha accantonato 3 miliardi di dollari come evenienza per una possibile multa da parte della Federal Trade Commission (Ftc), che sta indagando se la compagnia ha violato un accordo del 2011 a garanzia della privacy degli utenti ma che non ha ancora annunciato la sua decisione. La somma impatta negativamente sul primo trimestre, benché i ricavi siano aumentati del 26% a 15,08 miliardi di dollari, battendo la stima media degli analisti di 14,98 miliardi di dollari.

Utili in crescita

L'aumento dei ricavi è stato aiutato dalla crescita di Instagram e della spesa pubblicitaria delle aziende. Facebook ha inoltre reso noto che il suo guadagno netto è stato di 85 centesimi per azione da gennaio a marzo, al di sotto della media delle stime degli analisti, che era di 1,66 dollaro per azione. Gli utenti attivi mensili sono cresciuti a 2,38 miliardi, battendo le stime di 2,37 miliardi.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24