Windows 10, la calcolatrice diventerà la migliore amica degli studenti

Tecnologia

In futuro verrà probabilmente integrata la ‘modalità grafico’, attualmente in fase di sperimentazione, in grado di rappresentare le equazioni lineari, quadratiche ed esponenziali 

La calcolatrice di Windows 10 sta per diventare la migliore amica di tutti gli studenti.
In futuro verrà probabilmente integrata la ‘modalità grafico’, in grado di rappresentare le equazioni lineari, quadratiche ed esponenziali.
Una funzione utile a tutte le persone che si cimentano nell’algebra e nella geometria, che differenzierà la calcolatrice di Windows dai competitors degli altri sistemi operativi.

La ‘modalità grafico’

Oltre alle classiche funzioni di base, disponibili nella maggior parte delle calcolatrici per computer, quella di Windows 10 potrebbe integrare, in futuro, una funzionalità in grado di rappresentare graficamente ogni tipo di equazione. Agli studenti basterà inserire l’uguaglianza matematica con variabili nella calcolatrice, per poter osservare il suo grafico nel piano cartesiano. Una soluzione utile per tutti i giovani che hanno difficoltà nel rappresentare le funzioni e che faticano a comprendere le proprietà di ogni singola uguaglianza matematica.
A proporre l’integrazione della ‘modalità grafico’ è stato Dave Grochocki, ingegnere di Microsoft.
La nuova funzione, come riporta The Verge, è attualmente in fase di sperimentazione. La sua futura integrazione potrebbe stravolgere lo studio e la comprensione delle equazioni lineari, quadratiche ed esponenziali.

WeDraw, giochi educativi per imparare la matematica

WeDraw, il progetto europeo guidato dall’Istituto Italiano di Tecnologia (lit), ha permesso la creazione di quattro giochi educativi interattivi, in grado di aiutare i più piccoli nell’apprendimento della matematica. I giovani studenti potranno studiare i numeri, gli angoli e le frazioni a tempo di musica, prendendo parte a simpatici videogiochi incentrati su un nuovo approccio pedagogico in grado di insegnare con il divertimento i principi matematici.
I giochi possono essere utilizzati anche da bimbi con disabilità: sono dotati di un sistema tecnologico in grado di comprendere e di adattarsi alle capacità di ogni singolo studente.  
"WeDraw ci ha dato la possibilità di definire un nuovo approccio pedagogico interattivo e attento alle reali abilità dei bambini", spiega Monica Gori, coordinatrice del progetto e del laboratorio U-Vip Lab dell'Iit.

 

Tecnologia: I più letti