Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Fortnite, la storia del videogioco che ha conquistato il mondo. VIDEO

4' di lettura

È uscito il 28 luglio 2017 in Europa, preannunciato come fenomeno mondiale, ha superato in breve tempo le aspettative con 200 milioni di utenti connessi in poco più di un anno

Fortnite è il videogioco in terza persona targato Epic Games che ha rivoluzionato il mondo del gioco. È stato capace di conquistare fan in tutto il Globo e di diventare in poco più di un anno un tormentone vero e proprio anche al di fuori della dimensione stessa del videogame.

La modalità ‘Salva il mondo’

È la prima modalità di gioco fornita da Epic Games, è ambientata in un futuro prossimo dove la comparsa di una tempesta magnetica mondiale ha reso la Terra inospitale e il 98% dell’umanità è scomparso; al suo posto delle pericolose creature aliene minacciano l’incolumità dei pochi superstiti. Il gioco offre nella modalità la possibilità di cooperare fino ad un massimo di 4 giocatori, l’obiettivo primario è quello di sopravvivere alla tempesta ed ai nemici alieni, costruendo fortificazioni, rifugi e barriere. Attraverso queste missioni i giocatori ricevono premi e miglioramenti per potenziare i propri personaggi, donando loro nuove armi, ‘skin’ e power up vari.

La modalità ‘Battaglia reale’

È uscita il 26 settembre 2017, è la vera e propria rivoluzione nel gioco: ambientata su un’isola, la modalità prevede l’atterraggio simultaneo di 100 giocatori nella stessa isola, vince chi sopravvive a tutti gli altri giocatori. Anche questa modalità di gioco prevede la possibilità di cooperazione fino a 4 giocatori. Inoltre incombe un’altra minaccia: la tempesta magnetica. Quest’ultima ha un raggio d’azione sempre più ampio con il passare dei minuti e costringe i giocatori a salvarsi dai suoi danni nella ‘Safe zone’ (un giocatore travolto dalla tempesta muore dopo pochissimo tempo). La stessa ‘Safe zone’ diminuisce il proprio diametro, in modo che i giocatori superstiti siano costretti in un’area sempre più ridotta.

Possibilità di gioco

La modalità ‘Battle royale’ ha raccolto numeri incredibili di utenti in gioco, fino a 30 milioni di utenti collegati in contemporanea ai server, numeri che, per un videogioco gratuito (con opzione di acquisti in gioco) sono incredibili. La particolarità del gioco è che gli utenti hanno una libertà d’azione vastissima, possono costruire fortezze di legno e mattoni per elevarsi in aria ed avere uno sguardo d’insieme della mappa ad esempio. Nella mappa sono sparsi oggetti che i giocatori dovranno raccogliere per potenziare i propri personaggi, come le armi e gli scudi (che aumentano i punti vita), ma anche il materiale per costruire le proprie strutture: legname e mattoni.

Le stagioni

Le stagioni sono componenti fondamentali nella storia del gioco, al momento siamo alla ottava stagione (uscita il 28 febbraio 2018) e le aspettative sembrano rispettare i precedenti successi. Ogni stagione ha visto il susseguirsi di miglioramenti, permettendo agli utenti di non stancarsi mai del gameplay offerto dai creatori e, soprattutto, di trovare sempre un nuovo motivo per giocare.

Acquisti in gioco

Aspetto fondamentale del videogioco è la gratuità, si può scaricare senza pagare in tutte le diverse piattaforme (PlayStation, Xbox, Microsoft, Nintendo, iOS e Android). Nonostante questo aspetto, grazie ad una strategia di piccoli acquisti in gioco, gli utenti possono comprare continuamente nuove skin, nuovi personaggi ed altre migliorie che permettono la personalizzazione totale dei propri personaggi. Questa strategia ha permesso a Epic Games di raggiungere incassi stellari nella categoria dei ‘free to play’, infatti il videogame ha garantito all’azienda un fatturato di 3 miliardi di dollari nel solo 2018, la media acquisti in gioco di ogni utente si aggira intorno ai 100 dollari. Numeri strabilianti che hanno reso Fortnite un fenomeno mondiale

I balletti, una vera mania

Un altro aspetto che ha favorito il successo del gioco Epic Games, sono i balletti dei personaggi, danze sfrenate che un giocatore può sfoggiare durante una partita. Il mondo ha avuto modo di conoscere tutti questi balletti anche grazie ai calciatori di rilievo (come Antoine Griezmann) che hanno spesso riproposto nelle loro esultanze le mosse caratteristiche di Fortnite.

 

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"