Salone di Ginevra, ecco la gomma che "mangia" lo smog

Tecnologia
OXY_BlackBackground_Rendering

Presentato un nuovo pneumatico con una struttura in muschio vivo che usa l'acqua catturata dal battistrada per produrre ossigeno e assorbire anidride carbonica

Non inquina. Anzi, riduce lo smog. E non spreca energia, perché la produce da sé. È Oxygene, un nuovo concept di pneumatico presentato da Goodyear durante il Salone Internazionale dell'Automobile di Ginevera.

Lo pneumatico con il muschio vivo

La gomma ha una struttura verde, non solo per modo di dire. È costituita anche da muschio vivo, che cresce sul fianco dello pneumatico. Attraverso il disegno intelligente del battistrada, assorbe l’umidità e l’acqua dalla superficie stradale, facendole entrare in circolo e permettendo che si realizzi la fotosintesi. Il muschio, quindi, assorbe anidride carbonica e rilascia ossigeno nell'aria. In una città dalle dimensioni simili all’area urbana di Parigi, con circa 2,5 milioni di veicoli, questo significherebbe generare - stima Goodyear - quasi 3mila tonnellate di ossigeno e assorbire più di 4mila tonnellate di anidride carbonica all’anno.

Come funziona Oxygene

Ispirato ai principi dell'economia circolare, Oxygene non punta solo a ripulire l'aria. La sua struttura è realizzata con stampa 3D, utilizzando polverino di gomma proveniente da pneumatici riciclati. La struttura leggera, in grado di attutire gli urti, è studiata per ridurre la manutenzione e aumentarne la durata. La fotosintesi non produce solo ossigeno ma anche energia che lo pneumatico utilizza per alimentare la propria elettronica integrata: sensori, unità di elaborazione dell’intelligenza artificiale e una striscia di luce sul fianco del pneumatico che cambia colore, avvisando gli altri automobilisti e i pedoni delle manovre imminenti, come il cambio di carreggiata o la frenata. Infine, Oxyfgene è dotato di un sistema di comunicazione LiFi, che permette di far dialogare la gomma con altri oggetti intelligenti a bordo delle auto o che costituiscono le infrastrutture sulle quali viaggiano.

Per un futuro verde in città

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità oltre l’80% degli individui che vivono in aree urbane in cui viene monitorata la qualità dell’aria sono esposti a livelli di inquinamento che superano i limiti. "Si prevede che entro il 2050 più di due terzi della popolazione mondiale vivrà nelle città, pertanto la pressione sulle reti di trasporto nei contesti urbani aumenterà in modo significativo", afferma Chris Delaney, presidente di Goodyear Emea. "Infrastrutture e trasporti più verdi e più intelligenti saranno fondamentali per affrontare le sfide più urgenti della mobilità e dello sviluppo urbano. E Oxygene intende sfidare il nostro modo di pensare lo pneumatico e contribuire ad alimentare il dibattito sulla mobilità del futuro intelligente, sicura e sostenibile”.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.