Ucraina, il ginnasta russo Ivan Kuliak sul podio con 'Z' dei tank russi su maglia

Sport

Durante la di Coppa del Mondo a Doha, Kuliak è salito sul terzo gradino del podio sfoggiando sulla maglietta una 'zeta', simbolo utilizzato dai carri armati russi nell'invasione in Ucraina

ascolta articolo

Quella stessa 'Z' pitturata di bianco sui carri armati russi è stata “indossata” da Ivan Kuliak, ginnasta russo di 20 anni di Kaluga, arrivato terzo alla prova alle parallele in un evento di Coppa del Mondo a Doha. Salito sul podio accanto al 18enne ucraino Illia Kovtun, vincitore della gara, l’atleta russo rischia ora una sanzione. Sollecitata a intervenire, la Fig (federazione internazionale di ginnastica) ha detto di considerare il suo gesto una violazione del Codice di condotta (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE - I VIDEO DEGLI INVIATI). 

Procedimento disciplinare

approfondimento

Guerra Russia-Ucraina, gli appelli per la pace da parte degli sportivi

"La Fig conferma che chiederà alla Gymnastics Ethics Foundation di aprire un procedimento disciplinare contro il ginnasta artistico maschile Ivan Kuliak a seguito del suo comportamento sconvolgente alla Coppa del mondo a Doha", ha fatto sapere l'organo mondiale che nei giorni scorsi aveva deciso di sospendere atleti, funzionari ed arbitri russi e bielorussi dalle competizioni a partire dal 7 marzo. L'allenatrice russa Valentina Rodionenko ha detto che quella di Kuliak è stata "sicuramente un'iniziativa personale" aggiungendo che i suoi ragazzi "sono patrioti della Russia".

Da domani, in ogni caso, gli atleti russi e bielorussi, inclusi i giudici, non potranno più partecipare alle gare internazionali a seguito del bando imposto ieri dalla federazione come "misure volte a preservare l'integrità della ginnastica, la sicurezza di tutti gli atleti e di combattere ogni forma di violenza e di ingiustizia sportiva". 

Sport: I più letti