MotoGP, manager Dovizioso: "Non rinnoverà con la Ducati"

Sport

"Riteniamo che non ci siano condizioni per continuare insieme", dice Simone Battistella, "ma non lascerà la MotoGP"

Le strade di Andrea Dovizioso e della Ducati si separeranno al termine della stagione 2020. L'ufficialità è arrivata direttamente dal manager del pilota, Simone Battistella, dopo un incontro con la dirigenza del team di Borgo Panigale nel paddock di Spielberg: "Abbiamo comunicato a Ducati che Andrea non ha intenzione di continuare per i prossimi anni, adesso vuole concentrarsi sulle prossime gare. Riteniamo che non ci siano le condizioni per continuare insieme. Non abbiamo mai parlato in concreto della parte economica, non ci sono state proposte o negoziazioni. La decisione in questo caso l'ha presa il pilota, preferisce fermarsi con la Ducati, vuole essere sereno e concentrato sul campionato in corso. Inoltre vuole togliere questo disturbo di mezzo, stava diventando abbastanza pressante la questione del rinnovo e delle negoziazioni". 

Il manager: "Non lascerà la MotoGP"

approfondimento

Dovizioso, frattura della clavicola durante una gara di motocross

 

Dovizioso non rinnova con la Ducati, ma questo non significa che lascerà la MotoGP nel 2021, come

spiega lo stesso Battistella: "Lasciare la MotoGP nel 2021? No, l'intenzione di Dovizioso è quella di continuare a correre se troverà un programma e una proposta adeguata per farlo. Andrea a mente fredda ha deciso di non voler continuare, è stata una riflessione fatta nel corso dell'ultimo periodo, si sente molto più sereno adesso che ha preso questa decisione". Dovizioso ha chiuso gli ultimi tre Mondiali al secondo posto, soltanto Marc Marquez è riuscito a fare meglio di lui in questi anni. DesmoDovi, arrivato alla Ducati nel 2013, ha fin qui corso 130 GP con la Rossa, raccogliendo 13 vittorie, 39 podi e 6 pole.

Sport: I più letti