Mihajlovic si commuove: "A tutti i malati dico di non perdere mai la voglia di vivere"

Sport

Il tecnico serbo ha ripercorso gli ultimi mesi della sua malattia. Blitz a sorpresa della squadra nella sala della conferenza stampa

“Voglio dire a tutti quelli che sono malati che non devono perdere mai la voglia di vivere”: è quanto dice Mihajlovic a un mese esatto dal trapianto di midollo. “Ringrazio tutti, in particolare la mia famiglia, sono la mia vita e sono stati forti. Prendo 19 pastiglie al giorno per tornare piano piano a fare le cose di prima. Ho conosciuto medici e infermieri straordinari che mi hanno curato e sopportato, so che ho un carattere forte e difficile. Senza loro aiuto non sarei riuscito a fare questo percorso. Questa malattia mi ha fatto scoprire la pazienza, mi godo ogni momento della giornata, anche prendere una boccata d’aria diventa una cosa bellissima”.

Blitz della squadra in sala conferenze

Una gradita sorpresa per il tecnico del Bologna è stato l'arrivo dell'intera squadra nella sala conferenza.  "Non dovevate essere in campo?", li ha accolti con ironia Sinisa: "Fanno di tutto per non allenarsi". Al tecnico il saluto del capitano Blerim Dzemaili a nome di tutti i rossoblu: "Dire che ci sei mancato è poco, ti abbiamo fatto la sorpresa di venire qui anche se adesso non sei contento di noi". 

Mihajlovic: "Non ho più lacrime, mi sono rotto di piangere"

Durante il lungo incontro con la stampa Mihajlovic più volte si è lasciato andare al pianto soprattutto quando ha parlato della sua famiglia e dei suoi tre figli maggiori vagliati dai medici per la compatibilità del midollo da trapiantare "Un ragazzo, una ragazza di 18, 19 anni, che si mettono a completa disposizione per salvare la vita al padre... potrebbe essere scontato ma non è così.Non mi sono mai sentito un eroe per quello che sto facendo. Solo un uomo, sì forte, con carattere, che non molla mai. Ma sempre un uomo con la sua fragilità".

Mihajlovic: "Ibrahimovic? Se viene è solo per me"

Spazio anche al campo e al Bologna che non vive un grande momento: "Ho parlato coi ragazzi. Ora si deve dare il duecento per cento. Dobbiamo riprendere a fare punti. E chi non lo fa avra' problemi con me". Sul possibile arrivo al Bologna di Zlatan Ibrahimovic ha aggiunto "Ci siamo parlati un mese fa e una decina di giorni fa. Se viene, verrebbe per me e l'amicizia che ci lega. Per ora e' tutto in stand-by". 

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Non perderti le tue notizie locali

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.