X Factor 2019: l'intervista al vincitore: Sofia Tornambene

La giovanissima Sofia Tornambene ri-conquista pubblico, giuria e critica e porta a casa la vittoria. E' lei la vincitrice della tredicesima edizione di X Factor 2019. Continua a leggere e scopri cosa ci ha raccontato nell'intervista a poche ore dalla sua incoronazione. 

LO SPECIALE DI XF13
RIVIVI LE EMOZIONI DEL BEST DI SOFIA
TUTTE LE FOTO 

“She’s the one”, non c’erano dubbi: la diciassettenne di Civitanova Marche, in squadra con le Under Donne di Sfera Ebbasta, vince la tredicesima edizione di X Factor seguita dai Booda, la Sierra e Davide Rossi. Una vittoria attesa la sua, così come, a televoto rigorosamente chiuso, hanno preannuciato Mara Maionchi e Malika Ayane interpellate dal padrone di casa, Alessandro Cattelan. Kimono (questo il nome d’arte scelto per amore di un’altra sua grande passione, il karate), è entrata nel cuore del pubblico fin dal suo timido e sorprendente esordio sul palco del talent show più amato del piccolo schermo. Da quel preciso istante, le sue performance sono state un crescendo di emozioni e consensi, mai finita in ballottaggio, Sofia Tornambene non ne ha sbagliato mai una, si è imposta in punta di piedi sbaragliando la concorrenza dei suoi compagni di viaggio con la delicatezza di una farfalla e la grinta di una leonessa. Ha vinto tutto quello che c’era da vincere. E il suo futuro è ancora tutto da scrivere.

Tra i brani interpretati con la precisione di una professionista fatta e finita, ricordiamo “La leva calcistica della classe ’68 di De Gregori, “I Love You” di Woodkid, “L’ultimo bacio” di Carmen Consoli, Fix You dei Coldplay, Papaoutai di Stromae, C'est la vie di Achille Lauro. Ma è l’inedito con cui si presenta alle audizioni “A domani per sempre” (scritto a soli quattordici anni) a fare la differenza e segnare il suo destino. E’ il 12 settembre, giorno del suo compleanno e prima puntata di XF13, quando lo canta alle audizioni mandando in visibilio il pubblico. Nel corso della quinta puntata lo ripresenta ed è una seconda standing ovation. "Lei è molto brava, il pezzo è piacevole, è un pezzo da adolescente per adolescenti", e se lo dice la regina della discografia italiana Mara Maionchi, possiamo crederci. Sofia è pronta a spiccare il volo, è frastornata e felice, l’abbiamo intervistata a poche ore dalla sua incoronazione, ecco cosa ci ha raccontato.

Una vittoria annunciata la tua, te la sentivi?
Non me l’aspettavo, quando mi sono iscritta ero ancora più piccola, il mio sogno era quello di molti, comunicare le mie passioni, ricordo ancora il primo giorno ai casting in mezzo a una folla immensa di ragazzi. Ero insieme ai miei genitori, avevo il numero 26.197 e oggi ho vinto X Factor. Incredibile.

Come hai affrontato questa tua esperienza?
Ho vissuto ogni attimo con semplicità, fino in fondo, godendomi ogni passo della mia crescita. Mi sento una nuova persona, completamente diversa, molto più consapevole di me stessa rispetto a quando sono entrata.

L'emozione più grande.
La finale, quando ho visto e sentito tutto il Forum cantare il mio inedito con me, era il mio sogno e l’ho vissuto. Poi il duetto con Robbie Williams, non so come ringraziarlo, è stato davvero carinissimo e non mi aspettavo che mi facesse il baciamano. 

Se potessi scegliere il tuo prossimo duetto?
Mi piacerebbe Billie Eilish, la stimo tantissimo e ho già comprato il biglietto per il suo concerto, quest’estate ci andrò con la mia migliore amica.

Una parola sul tuo giudice Sfera.
Sfera e Shablo mi hanno fatto maturare, all’inizio ero molto insicura, loro hanno rispettato i miei tempi dandomi massima libertà, non mi hanno mai messo fretta. Sono state le mie guide e mi sono stati vicini anche nei momenti di difficoltà, ci capivamo con gli occhi. Riuscivano sempre a capire come stavo.

Un momento triste c’è mai stato?
Sicuramente all’inizio, per il distacco dai miei genitori, questa di X Factor è stata la prima esperienza lontana da casa e non è stato facile anche se presto con tutti siamo diventati come una famiglia. 

Quando hai compiuto gli anni?
Ne ho fatto diciassette il 12 settembre, proprio il giorno delle auditions. Ho cantato il mio inedito "A domani per sempre" per il mio compleanno, è stato bellissimo. 

Obiettivi futuri?
Scrivere un album di brani tutti miei, e magari collaborare anche con altri artisti. Fare un tour e vivere di musica al cento per cento.