Khloé Kardashian è figlia di O.J. Simpson? Il rumor che impazza negli Usa

Torna alla ribalta il gossip che circola da anni negli States: Khloé Kardashian è in realtà la figlia naturale di O.J. Simpson? L’ex campione di football difeso dall’avvocato Robert Kardashian durante il processo per l’omicidio dell’ex moglie era un grande amico di Kardashian. Così come sua moglie Kris. Ecco tutti i dettagli di questo rumor. Che parte innanzitutto dal punto di forza della bellezza di Khloé: come mai è così alta, a differenza delle sorelle? Aspettando l’attesissimo programma Le Kardashian , in onda da lunedì 21 alle 18.45 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455 - Tutto su Le Kardashian in arrivo su Sky Uno
 

Le Kardashian su Sky Uno Kylie Jenner, le sue foto con più like su Instagram Kendall Jenner chi è: tutto sulla supermodella del momento

Uno dei gossip più succulenti che circolano negli States è proprio questo: Khloé Kardashian è figlia di O.J. Simpson?

Aspettando il programma più atteso della stagione, Le Kardashian in onda da lunedì 21 alle 18.45 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455, ecco il rumor che più fa impazzire i palati ghiotti di pettegolezzi.

Robert Kardashian, padre ufficialmente riconosciuto di Khloé, era amico dell’ex campione di football fin dagli anni Settanta.

Quando poi nel 1994 furono ritrovati i cadaveri della ex moglie di Simpson, Nicole Brown, e dell'amico Ronald Lyle Goldman, il giocatore e attore statunitense fu accusato dell'omicidio.

Kardashian, in quanto intimo amico di O.J., partecipò alla sua difesa come assistente volontario della folta squadra di avvocati che si occupava della difesa. Ma fu poi proprio Simpson a promuoverlo a suo avvocato difensore numero uno. In nome della loro buona amicizia e anche fidandosi della bravura professionale di Robert Kardashian.
E infatti nel 1995 Simpson fu assolto.

Durante il processo e anche dopo, O.J. Simpson fu legato profondamente alla famiglia Kardashian. E alla loro casa, tanto da rimanervi ospite per lunghi periodi nei momenti più difficili.

Nei giorni successivi all'omicidio di Nicole Simpson e Ronald Goldman, O.J. rimase a casa Kardashian.
E incominciò a pretendere che le dichiarazioni, gli interrogatori e le deposizioni si svolgessero sempre a casa di Robert.

Il motivo di questo attaccamento alla casa e a chi vi abitava? Un’amicizia profonda verso tutti i componenti. Robert senz’altro, ma anche Kris…

La fantasiosa storia a cui i più gossip-addict vorrebbero credere ciecamente è che Kris Jenner, stanca di essere trascurata dal marito Robert Kardashian oberato dal lavoro di avvocato di successo (diventato di stra-successo dopo il processo di O.J. Simpson), decise di tradirlo nel modo più perfido e geniale: facendogli le corna proprio con lui, l’amico appena difeso e fatto assolvere.

Il pettegolezzo non tiene conto del fatto che una delle migliori amiche di Kris fosse proprio Nicole, l’ex moglie di Simpson scomparsa in circostanze tragiche.

L’indizio numero uno a cui questo rumor si aggrappa? L’altezza di Khloé Kardashian.
A differenza delle sorelle, lei ha una statura notevole, del tutto simile a quella imponente di O.J.: 178 cm contro i 159 di Kim e i 152 di Kourtney.

Questo gossip pazzesco si è infiltrato così tanto tra le maglie dei tabloid e tra i corridoi più densi di pettegolezzi da spingere Simpson a smentire ufficialmente il pettegolezzo.

Un video girato a Las Vegas metterebbe infatti fine alle chiacchiere intorno alla presunta paternità di Simpson: un fotografo si avvicina a O.J. e si congratula con lui per la futura venuta di un nipotino (il figlio di Khloé, all’epoca incinta di sei mesi). Ma O.J., con un savoir fair lodevole e senza minimamente scomporsi, spiega nel video di non essere affatto il padre biologico di Khloé.

Non perdendo inoltre occasione di ricordare con affetto l’amico Robert, morto nel 2003 a causa di un tumore.

Però, come ben sappiamo, il pettegolezzo vola ad altitudini più elevate della verità (e della razionalità).

Alcune riviste hanno raccontato di un O.J. che supplica Khloé di farle vedere il suo nipotino, notizia che è stata smentita addirittura dall’avvocato di Simpson. Che ha chiaramente affermato che il suo cliente non ha nulla a che vedere con la paternità di nessuno dei figli di Robert Kardashian.