4 Ristoranti a Napoli, vince l'Ostaria Pignatelli di Giulio. L'intervista

TV Show sky uno

Barbara Ferrara

Il centesimo episodio andato in onda la sera di Capodanno, domenica 1° gennaio 2023, e ambientato sul meraviglioso lungomare di Napoli vede trionfare l'Ostaria Pignatelli di Giulio che sbaraglia la concorrenza e porta a casa l'ambito titolo. L'appuntamento è ogni domenica in prima serata su Sky Uno, sempre disponibile on demand, visibile su Sky Go e in streaming su NOW

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

 

Alessandro Borghese celebra un "compleanno" speciale: il centesimo episodio di 4 Ristoranti, e per festeggiare questo anniversario importante, sbarca nel capoluogo partenopeo, una delle città più affascinanti, caratteristiche e amate del mondo. Ed è sul lungomare, in uno dei suoi quartieri più suggestivi, nella zona incorniciata tra il Vesuvio, il maestoso Castel dell’Ovo, la vista su Capri e sull’intero golfo che si gioca la sfida. Tra “Nonna Tittina” di Marianna, “La Piazzetta” di Alessia, l“Osteria del mare Pesce & Champagne” di Ivano e l'“Ostaria Pignatelli” di Giulio, è quest'ultimo a portare a casa la vittoria. Ecco cosa ci ha raccontato il vincitore della sua esperienza straordinaria di 4 Ristoranti (LO SPECIALE).

l'intervista al vincitore 

approfondimento

4 Ristoranti, Locanda De Gusti è il miglior ristorante di Edimburgo

Il tuo primo pensiero dopo la chiamata?

Semplice, è stato: si è avverato il sogno di una vita fatta di sacrifici, un riconoscimento al mio duro lavoro negli anni.


Eri fan del programma?
Sì, sono fan del programma, ho sempre ammirato lo chef Borghese e non avrei mai pensato di partecipare al suo programma così importante e seguito da milioni di italiani.


Qual è stato il complimento più bello ricevuto da chef Borghese?
I complimenti che ho maggiormente apprezzato sono due: il primo quando mi ha detto che era evidente che amassi il mio lavoro e lo facessi con passione, cosa che ho sempre cercato di trasmettere ai nostri clienti, cercando di farli sentire a casa. Il secondo riguarda l’assaggio della nostra pasta e patate, che ha fatto riaffiorare in lui i sapori tradizionali di un tempo.


Come nasce l’Ostaria Pignatelli?

Nasce per soddisfare tutti i gusti. Un filo conduttore che lega l'ambiente ricercato ed originale, tendente al modaiolo, a un'offerta di piatti fatta di grandi classici e tradizionali.

Il vostro locale è stato apprezzato anche per la cura degli arredi: quanto conta l’attenzione ai particolari?
Il nostro locale, anche se piccolo, è molto accogliente e caloroso, e sono spesso i piccoli dettagli che fanno sentire i clienti a loro agio e a casa.


Qual è stata la tua carta vincente?
Sicuramente le mie carte vincenti sono l’amore e la passione verso questo lavoro.  


I tuoi colleghi hanno contestato la scarsa offerta di piatti di mare; qual è per te la vera cucina napoletana?
Vero, i colleghi hanno contestato la poca offerta dei primi piatti di mare, ma voglio ricordare che tradizionalmente la cucina napoletana nasce come cucina povera e si basava principalmente sul saper utilizzare residui di salumi, formaggi e vari tipi di pasta, le pietanze di pesce erano solo per i ricchi.


Cosa farete con il premio vinto?
Con il premio vinto sicuramente compreremo un forno all'avanguardia che ci aiuterà a migliorare ancora di più la qualità del nostro lavoro.


A chi dedichi la vittoria?
La dedico a mio padre che non c’è più e che mi ha sempre sostenuto in qualsiasi cosa facessi, insegnandomi il sacrificio del lavoro e dell'essere sempre umile; a mia madre che sta poco bene e a tutta la mia famiglia, a mia moglie e a mio figlio. Ma la dedica più grande è ai proprietari, grandi professionisti che hanno avuto il coraggio di investire e credere in questo progetto post pandemia...a loro un grande grazie per aver creduto in me.

Se 4 Ristoranti fosse una canzone napoletana, quale sarebbe?  

Senza dubbio ”Yes I know my way” di Pino Daniele perché è importante conoscere la propria strada.

Spettacolo: Per te