Mike Tyson contro Hulu per la serie Mike: "Avete rubato la storia della mia vita"

Serie TV
©Getty

Furia di Mike Tyson contro Hulu per la serie sulla sua vita: la produzione non avrebbe riconosciuto una percentuale economica all’ex pugile

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

 

 

Mike Tyson ha smesso di combattere sul ring ma non ha mai smesso di farlo nella vita. La sua tempra e il suo carattere sono ben noti e lo dimostra la sua ultima sfuriata pubblica, scatenata dalla serie tv Mike che a breve verrà trasmessa dalla piattaforma Hulu negli Stati Uniti. A scatenare l’ira di Mike Tyson è stata la mancanza di un accordo economico con la produzione per la realizzazione di un prodotto che prende ispirazione proprio dalla storia della vita di uno dei pugili più famosi del mondo. Già l’anno scorso, quando era stata annunciata la serie, il pugile aveva alzato la voce contro la produzione. Mike Tyson si è sentito usato senza avere in cambio un giusto compenso e così ha deciso di reagire pubblicamente, rivolgendo parole molto dure al broadcaster americano, che ha deciso di replicare alle accuse del pugile spiegando la sua versione dei fatti.

La versione di Mike Tyson contro Hulu

approfondimento

Mike, il trailer della serie tv sul pugile Mike Tyson

Da tempo la piattaforma di streaming americana ha lanciato la serie tv dedicata alla vita di Mike Tyson. Il pugile, infatti, non è solo un simbolo della boxe ma è stato anche un personaggio molto discusso dalle cronache locali e mondiali. Della sua vita si è detto tanto, forse troppo, così come dei suoi guai con la giustizia americana e non solo. Per anni Mike Tyson ha catalizzato l’attenzione dell’opinione pubblica e la sua aura è ancora vivida negli Stati Uniti. Il suo nome è l’emblema della boxe degli anni Novanta e Hulu ha deciso di raccogliere i pezzi di quella storia per farne una serie tv che, negli Stati Uniti, è piuttosto attesa. Dati i contenuti, Tyson avrebbe voluto un ritorno economico che, stando al suo racconto, non ci sarebbe stato. Da qui il duro attacco con forti accuse. “Non lasciatevi ingannare da Hulu. Non appoggio la loro storia sulla mia vita. Non è il 1822. È il 2022. Hulu è la versione streaming dello schiavista. Hanno rubato la mia storia e non mi hanno pagato”, denuncia Mike Tyson. L’ex pugile, poi, ringrazia Dana White, il numero uno della Ufc, per non aver promosso la serie: “Lui ha rifiutato perché onora l’amicizia e tratta le persone con dignità. Non dimenticherò mai quello che ha fatto per me così come non dimenticherò mai quello che Hulu mi ha rubato”.

La versione di Hulu

GUARDA ANCHE

Tutti i video su serie tv

Davanti ad accuse così forti, mosse da un personaggio influente come Mike Tyson, la piattaforma di streaming non ha potuto non replicare in tempi brevi per tentare di evitare uno tsunami nell’opinione pubblica. “Volevamo solo raccontare una storia imparziale e lasciare che fosse il pubblico a decidere cosa pensare o sentire”, ha spiegato la produttrice Karin Gist. La produttrice, poi, ha aggiunto: “Sfidare ciò che le persone pensano di sapere su Mike e sperare che escano dalla serie con qualcosa di diverso su cui riflettere. Che vi piaccia o lo odiate, la storia vi fa interrogare su quanto la società sia stata complice. Questa era l’intenzione, questa era la stella polare della stanza degli sceneggiatori mentre creavamo le storie”.

Spettacolo: Per te