Chloe - Le maschere della verità: tutto quello che c'è da sapere sulla serie tv

Serie TV

La buona società inglese è lo scenario di un avvincente thriller con Erin Doherty, protagonista di una finzione che svela i risvolti della misteriosa scomparsa di una giovane donna dalla vita perfetta

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

 

 

In una stagione che si conferma ricca di contenuti televisivi ad alto livello di suspense, Chloe - Le maschere della verità, disponibile su Prime Video dal 24 giugno, visibile anche su Sky Q e tramite la app su Now Smart Stick, sta catturando l'attenzione del pubblico della tv in streaming confermando il talento di Alice Seabright, già dietro la macchina da presa per alcuni episodi di Sex Education, che di questo titolo è ideatrice, scrittrice e regista.

Ecco cosa c'è da sapere sul nuovo show murder mistery già apprezzato dal pubblico di BBC One che lo ha visto in anteprima lo scorso febbraio.

Chloe - Le maschere della verità: la trama

approfondimento

The Crown: personaggi reali e attori a confronto. FOTO

Realtà e illusione sono legati più che mai in Chloe - Le maschere della verità, un racconto ambientato in epoca contemporanea e che riflette tutte le nevrosi e le frustrazioni del presente in cui i soggetti più deboli sono costretti a confrontare costantemente le proprie esistenze con quelle degli altri attraverso i social media.
Al centro della vicenda c'è Becky Green (interpretata dall'ottima Erin Doherty, già apparsa in The Crown stagioni 3 e 4 nei panni della principessa Anna), una ragazza che vive in periferia in condizioni precarie, senza amici e con una madre con un principio di demenza da accudire. Becky è ossessionata dall'esistenza perfetta ed effervescente di Chloe Fairbourne (l'attrice Poppy Gilbert) che, all'improvviso, annuncia il suo suicidio online e scompare dalla scena permettendo a Becky di assumere una nuova identità e infiltrarsi nella cerchia di amici di Chloe cominciando a indagare a fondo su una realtà tranquilla solo in apparenza. Anche Becky, però, ha dei trascorsi tormentati che finiscono col riemergere nonostante la ragazza fatichi a tenerli nascosti. Il gioco si infittisce quando nella dinamica tra le due donne, una presente e l'altra assente, spuntano nuovi personaggi, tra cui l'inconsolabile compagno di Chloe e Josh, molto preso dalla ragazza.

Un thriller ben costruito in sei episodi

Con una trama fitta e densa di colpi di scena, specie nel finale, Chloe - Le maschere della verità conferma le doti di Erin Doherty, inglese, classe 1992. L'attrice presta il volto a una protagonista ambigua le cui ansie finiscono per accattivarsi la simpatia del pubblico, coinvolto nella sua costruzione fantasiosa di un'identità fittizia che entra nell'affascinante mondo dei ricchi, sempre descritto con grande maestria nelle serie televisive britanniche (un altro esempio di successo della stagione 2022 è Anatomia di uno scandalo con Sienna Miller).
La serie è articolata in sei puntate ciascuna lunga circa un'ora e, nonostante la brevità, riesce a contenere diverse sottotrame che si sviluppano lasciando un certo alone di mistero nella storia complessiva, nel pieno rispetto del genere thriller a cui fa riferimento.

Spettacolo: Per te