Billions, ufficiale: Damian Lewis ha lasciato la serie

Serie TV
©Kika Press

Ci sarebbero motivi personali legati a vicende familiari dietro la decisione da parte di Lewis di lasciare il progetto targato Showtime ma il suo personaggio potrebbe tornare in futuro

“Billions”, la serie drammatica targata Showtime che va in onda in Italia su Sky dal 2016 ed attualmente in produzione, avrà un nuovo protagonista. Damian Lewis, che è stato al centro delle vicende per cinque stagioni ed un totale di sessanta episodi, non vestirà più i panni di Bobby Axelrod. L'attore ha confermato in alcune interviste che ha lasciato il progetto per una serie di ragioni, inclusi dei motivi personali legati alla sua famiglia ma, allo stesso tempo, non ha escluso una ricomparsa del suo personaggio sul set in futuro.

L'addio per ragioni artistiche e personali

approfondimento

Le migliori serie TV da vedere a ottobre 2021. FOTO

La scomparsa della moglie, l'attrice Helen McCrory nota per aver interpretato la first lady del Premier Blair in “The Queen” di Stephen Frears, per aver preso parte alla saga di Harry Potter e a molte serie di successo, avvenuta lo scorso aprile dopo una dura battaglia contro il cancro, ha segnato profondamente le vicende dell'ultimo anno di Damian Lewis, l'apprezzato attore inglese, dal 2016 protagonista di “Billions”. La volontà di lasciare il set che lo ha visto al centro delle vicende della serie che racconta il mondo dell'alta finanza newyorkese, è dettata dall'esigenza di trascorrere più tempo coi due figli Manon e Gulliver, entrambi adolescenti, nati dal matrimonio con l'attrice. Lewis, a cui la produzione non ha chiesto nell'ultimo periodo di spostarsi negli States per girare le sue scene, ha completato il suo lavoro nel suo Paese ammettendo di avere la necessità di lasciare il set per stare in famiglia e riprendersi dallo shock causato dalla perdita.

Nelle interviste rilasciate ai media e ai settimanali statunitensi, l'attore ha comunque sottolineato la necessità di prendersi una pausa dal personaggio di Bobby Axelrod che resta, ad oggi, il ruolo che ha interpretato per più tempo in assoluto nella sua carriera. Lewis ritiene che nel corso delle cinque stagioni in cui ha fatto parte del cast, si siano esplorate praticamente tutte le possibilità del suo personaggio perennemente in conflitto con l'altro protagonista dello show, il procuratore distrettuale Chuck Rhoades interpretato da Paul Giamatti. Nella sesta stagione, in onda il prossimo anno, gli equilibri saranno stravolti dall'ingresso di un nuovo personaggio.

“Billions 6”: arriva l'attore Corey Stoll

Mentre Damian Lewis saluta il set che lo ha visto presente fin dall'inizio del progetto, questo abbandono potrebbe essere letto come una pausa temporanea: l'attore non ha escluso infatti la possibilità di rientrare in maniera eccezionale nel futuro, eventualità che al momento non è impossibile dati gli sviluppi della trama. Gli spettatori sapranno che Bobby Axelrod, nell'ultima stagione in onda, è fuggito in Svizzera per evitare nuovi problemi legali col suo avversario, il procuratore Rhoades. Tuttavia, a New York le acque non si placheranno perché un nuovo personaggio arriverà a raccogliere l'eredità di Axelrod/Lewis: il magnate Michael Prince che sullo schermo avrà il volto di Corey Stoll.

Spettacolo: Per te