Addio a Conchata Ferrell, era Berta in Due uomini e mezzo

Serie TV

Il ricordo commosso di Charlie Sheen e Jon Cryer, star di “Due uomini e mezzo”

Si è spenta la celebre attrice Conchata Ferrell, interprete di innumerevoli ruoli televisivi nel corso degli anni, ma entrata nel cuore dei fan soprattutto grazie a Berta di “Due uomini e mezzo”. Deceduta all’età di 77 anni a causa di complicazioni sopraggiunte in seguito a un arresto cardiaco, che l’aveva costretta da tempo in una struttura ospedaliera. Sposata con Arnie Anderson, ha dato alla luce sua figlia Samantha e, stando a quanto diramato ufficialmente, si sarebbe spenta serenamente, circondata dalla propria famiglia.

approfondimento

Le migliori serie tv da vedere a ottobre

Fece il proprio esordio nel mondo dello spettacolo negli anni ’70, recitando in “Carrel agente pericoloso” nel 1975. Ha preso parte a produzioni come “Quinto potere”, “Edward mani di forbice” di Tim Burton, “Tra cielo e terra” di Oliver Stone”, “Erin Brockovich – Forte come la verità” di Steven Soderbergh e non solo. È però sul fronte televisivo che è riuscita a ottenere una grande celebrità. Dopo svariati singoli episodi, da “Buffy l’ammazzavampiri” a “E.R. Medici in prima linea”, è approdata sul set di “Due uomini e mezzo”, show che l’ha vista prendere parte a ben 211 episodi. Un ruolo, quello di Berta, che l’ha vista nominata per due volte agli Emmy Awards.

Il ricordo di Charlie Sheen

approfondimento

Le migliori serie tv da vedere in autunno

Non poteva di certo mancare il ricordo commosso di Charlie Sheen, protagonista per molti anni di “Due uomini e mezzo”. Ecco le sue parole affidate ai propri social: “Un assoluto tesoro, una professionista navigata, una vera amica. È una perdita scioccante e dolorosa. Berta, le tue pulizie erano un po’ sospette ma le tue capacità con le persone erano perfette”.

Il ricordo di Jon Cryer

Co-protagonista di Charlie Sheen per anni sul set di “Due uomini e mezzo”, Jon Cryer non ha tardato a pubblicare un commosso ricordo di Conchata Ferrell: “Era uno splendido essere umano. L’aspetto esteriore un po’ burbero di Berta era soltanto un’invenzione degli sceneggiatori. Il calore e la vulnerabilità erano i suoi veri punti di forza. Sto piangendo per la donna che mi mancherà e per la gioia che ha saputo portare a così tante persone”.

Spettacolo: Per te