"The Comey Rule": su Sky Atlantic la sfida tra Donald Trump e l'ex capo dell'FBI

Serie TV sky atlantic

Giuseppe Pastore

Una miniserie in due puntate racconta il rapporto teso tra il Presidente USA (interpretato da Brendan Gleeson) e il direttore FBI licenziato all'inizio del suo primo mandato, interpretato da Jeff Daniels. Appuntamento lunedì 12 e martedì 13 ottobre alle 21.15 su Sky Atlantic e in streaming su NOW TV. Disponibile On Demand

A poche settimane dal fatidico 3 novembre in cui gli Stati Uniti dovranno decidere se proseguire per altri quattro anni con Donald Trump o mandare alla Casa Bianca Joe Biden, l'America naturalmente batte il ferro finché è caldo: tra le produzioni più attese e discusse in tema Presidenziali ecco The Comey Rule, (qui le foto) che racconta la breve e travagliata era di James Comey come direttore dell'FBI, a cavallo tra gli ultimi tre anni della presidenza Obama e l'inizio burrascoso dell'era Trump, alle prese con il fuoco incrociato delle inchieste sui documenti classificati inviati via mail non sicure da Hillary Clinton e sulle ingerenze russe nblla campagna elettorale repubblicana, che hanno per forza di cose indirizzato la campagna elettorale per le Presidenziali 2016 fino a renderlo suo malgrado “the most disliked man in America”.

Brendan Gleeson è Donald Trump
Brendan Gleeson è Donald Trump

approfondimento

Elezioni USA, scende in campo Jim Carrey: imiterà Joe Biden

The Comey Rule è un political drama in due puntate scritto e diretto da Billy Ray, sceneggiatore abile e preciso di film “di cronaca” come Captain Phillips di Paul Greengrass e Richard Jewell di Clint Eastwood (in questo caso si ispira al bestseller A Higher Loyalty: Truth, Lies, and Leadership scritto proprio da Comey, il che espone l'opera ai rischi dell'agiografia). Anche in queste tre ore e venti minuti si concede pochi fronzoli ed espone i fatti con l'asciuttezza del miglior modello USA, cedendo un po' alla retorica solo nel finale. Il fatto che questi anni non abbiano ancora fatto in tempo a diventare storia impedisce di mettere la parola fine alla vicenda, anche perché molte delle facce e dei nomi rappresentati nella miniserie sono ancora lì al loro posto, e non ci riferiamo solamente a Trump; ma non era neanche facile – e The Comey Rule ci riesce molto bene – fotografare il presente con distacco e lucidità, senza eccedere nella caricatura del POTUS (che già ci mette del suo per apparire eccessivo) e tenendo a freno l'indignazione per una vicenda di ordinaria assurdità del potere in tempi in cui, come osserva acutamente qualcuno, “i fatti non contano più”.

Jeff Daniels è Jim Comey
Jeff Daniels è Jim Comey

approfondimento

House of Cards 6, il cast

Se il navigato Brendan Gleeson – che entra in scena nel secondo episodio – rende molto bene The Donald in una performance più affine all'imitazione che all'interpretazione (che si apprezza molto di più in versione originale), il buon vecchio Jeff Daniels ritrova la pacatezza e lo sguardo fiero di Will McAvoy, protagonista di The Newsroom, per dare corpo a Jim Coney, uomo dalla schiena dritta, repubblicano di fronte ad Obama e strenuo difensore delle istituzioni nello studio ovale di Trump, all'altezza della situazione pur prendendo atto della profonda incompatibilità umana. Ma, come spesso avviene in questo tipo di produzione, è il resto del cast a dare spessore e valore all'opera, da Holly Hunter a Michael Kelly che ricorderete come braccio destro molto più ambiguo di Frank Underwood/Kevin Spacey in House of Cards (e segnaliamo anche Oona Chaplin, figlia di Geraldine e nipote del grande Charlie). Su Sky Atlantic andrà in onda in due serate consecutive, il 12 e 13 ottobre: l'ideale come marcia d'avvicinamento alle settimane calde delle elezioni americane 2020.

Spettacolo: Per te