Grey's Anatomy, nella stagione 17 si parlerà anche del coronavirus

Serie TV

Nella nuova stagione dell'amatissima serie tv - la diciassettesima, in arrivo, si spera, almeno entro la fine dell'anno corrente - Meredith Grey e compagni si troveranno ad affrontare anche la pandemia da coronavirus

La sedicesima stagione di Grey's Anatomy purtroppo per i fan è giunta prematuramente a conclusione col ventunesimo episodio anziché il venticinquesimo a causa dell'emergenza coronavirus (clicca qui per scoprire tutte le news in merito), ma, come amano dire gli americani "Quando la vita ti dà dei limoni, tu preparati una bella limonata!", e infatti è proprio così che sono andate le cose. In che senso? Nel senso che nella prossima stagione della serie, la diciassettesima, Meredith Grey e compagni si ritroveranno ad affrontare una nuova sfida: la pandemia da CoVid-19.

approfondimento

Grey's Anatomy, il cast celebra 15 anni di messa in onda. FOTO

Grey's Anatomy 17, dunque, si ritroverà a fare i conti con quanto accaduto nel mondo reale. A dare la notizia è stata Krista Vernoff, producer storica dello show e ora showrunner, durante un panel. Vernoff ha dichiarato che gli sceneggiatori in questo periodo stanno incontrando alcuni medici e alcuni infermieri che si sono ritrovati in prima linea durante questa surreale battaglia per poter raccontare nella maniera più adeguata e più accurata possibile quando accaduto durante la prima metà del 2020.

 

Nel corso delle sue numerose stagioni - non dimentichiamo che Grey's Anatomy a debuttato nell'ormai lontano 2005 -, la serie non si è mai fatta mancare casi reali ma decisamente assurdi: dall'ingoiatore di teste di bambole agli sconosciuti trapassati da un tubo di metallo a causa di un incidente ferroviario, passando per il paziente in grado di controllare il dolore solo attraverso atti onanistici, per la coppia rimasta incastrata a causa di un piercing messo "proprio lì," per la donna col sangue tossico e per la ragazza dagli orgasmi infiniti.

approfondimento

Grey's Anatomy 18, la serie potrebbe continuare se vorrà Ellen Pompeo

Con la pandemia da coronavirus, però, sarà tutta un'altra storia. Ci sarà necessariamente bisogno di un approccio diverso e più sensibile. "Ogni anno dei veri medici ci raccontano le loro storie, e in genere si tratta di storie bizzarre. Ma quest'anno sembra di ritrovarsi a fare delle sessioni di psicoterapia. I dottori ci parlano di quanto hanno visto e di ciò che hanno vissuto, sono molto scossi, e provano a tenere a freno le lacrime. Sono pallidi, e parlano di quanto accaduto come se stessero parlando di una guerra - una guerra per cui non erano pronti." ha dichiarato Vernoff.

 

A quanto pare, questa linea narrativa andrà a impattare in maniera particolare sul personaggio di Kevin McKidd, il Dr. Owen Hunt, uno che, purtroppo, di guerra ne sa fin troppo. Owen, che ha una certa esperienza in merito a situazioni di emergenza di questo tipo - anche se in un contesto diverso, ovviamente - sarà un punto di riferimento per i colleghi, che si ritroveranno coinvolti in qualcosa di molto più grande di loro.

 

Le riprese di Grey's Anatomy 17 sono ancora bloccate, ma dietro la serie c'è un team produttivo ormai rodato, dunque è possibile che, nonostante tutto, i primi episodi della nuova stagione riescano ad arrivare in autunno, o quantomeno entro la fine dell'anno. Incrociamo le dita!

Spettacolo: Per te