"Dalle mie parti" dei Negramaro premiata col Premio Amnesty

Musica

Con la vittoria già annunciata lo scorso aprile, i Negramaro hanno ritirato ieri il Premio Amnesty per la canzone “Dalle mie parti” in occasione della festa dedicata a “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty” il festival dedicato a musica e diritti umani che si è concluso ieri a Rosolina Mare (RO).

Si è conclusa ieri la 23esima edizione di “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty”, la storica kermesse musicale che ogni anno premia gli artisti che si sono distinti nel connubio tra musica e diritti umani. A vincere quest’anno per la sezione BIG è stata la rock band salentina dei Negramaro che, capitanati da Giuliano Sangiorgi, hanno ritirato il Premio Amnesty dedicato al singolo “Dalle mie parti”, estratto dall’ultimo disco “Contatto” (2020). Premiazione che si è tenuta ieri, domenica 25 luglio, nella città di Rosolina Mare (RO).

“Dalle mie parti” è dedicata alle morti in mare

approfondimento

Giuliano Sangiorgi, la vita sognata da bambino ha il tempo di un lento

È stato lo stesso Giuliano Sangiorgi insieme agli altri componenti della band, a spiegare l’importanza di aver vinto un riconoscimento come il Premio Amnesty, specie se legato al vero significato della canzone, dedicata al tema dei migranti e delle morti in mare. ““Dalle mie parti” è una preghiera laica. Nel parlare di migranti volevamo essere ancora più diretti rispetto a un pezzo del disco precedente, “Per uno come me (Storia di un amore naufrago)”, che trattava lo stesso tema ma era stato visto solo come la storia di un amore a due. Eravamo ancora distanti dal dare un messaggio preciso, quel pezzo aveva la libertà di essere inteso in varie maniere. Stavolta invece abbiamo finalmente usato le parole esatte per raccontare questo tema, per lanciare un messaggio importante. Le vite in mare vanno salvate. Stiamo togliendo l’ultimo barlume di umanità a queste persone. La nostra mano tesa verso di loro è questa canzone”.

Premio Amnesty: le parole dei vincitori

Un messaggio, quello racchiuso nel significato della canzone “Dalle mie parti” dei Negramaro, che è stato ripreso dal gruppo anche su Instagram, dove la band ha ringraziato organizzatori e fan della vincita e del supporto mostrato: “Il nostro augurio è che il mare ritorni ad essere simbolo di vita! Questa sera “Dalle mie parti” riceverà il Premio Amnesty International Italia, di Amnesty Italia e Voci per la libertà, come miglior brano sui diritti umani. Ne siamo felici e onorati!”

Spettacolo: Per te