ROBOT, il festival di musica elettronica a Bologna è tutto italiano e in sicurezza

Musica

Camilla Sernagiotto

La kermesse di elettronica internazionale quest'anno ha la particolarità di essere dedicata solo agli artisti italiani, con nomi nostrani come quello di Caterina Barbieri, Lorenzo Senni e Donato Dozzy. E con la differenza che per la prima volta non si potrà ballare... Ma gli artisti trasformeranno in un'inedita performance la vecchia fruizione (oggi impossibile) dell'electro. L'attesissimo evento che segna la ripartenza del circuito dei festival è previsto dal 18 al 20 giugno

Sta per incominciare la nuova edizione di ROBOT, il festival internazionale di musica elettronica e arti digitali che si tiene a Bologna, quest'anno dal 18 al 20 giugno 2021. Oltre alle date, segnatevi a caratteri cubitali anche la location: si tratta - come sempre - degli spazi della rigenerazione industriale di DumBO. L'importanza del luogo in cui si svolgerà l'attesissima kermesse musicale è notevole: data la vastità degli spazi, infatti, l'offerta musicale potrà essere fruita in assoluta sicurezza e in condizioni molto confortevoli.

Fino a un anno e mezzo fa sarebbe stato impensabile incominciare un articolo su un festival di musica elettronica puntando su queste informazioni. Ma oggi tutto è diverso.

Oggi tutto è cambiato, a causa dell'emergenza sanitaria che negli ultimi mesi ha sconvolto il mondo intero. Tutto il mondo, compreso il mondo della musica chiaramente.
Per salutare con entusiasmo la ripartenza del circuito dei festival, gli eventi del panorama culturale che più ci sono mancati in questo periodo, un appuntamento da non perdere è proprio il ROBOT.

Il tema dell'edizione 2021: Borders

approfondimento

I festival di musica elettronica dell'estate

Anche per l'edizione targata 2021, il festival conferma la sua vocazione esplorativa: una pratica di ricerca in cui sia gli artisti sia il pubblico saranno ugualmente impegnati.

Insieme dovranno compiere il miglio finale, riempire gli spazi, abitare gli ambienti post industriali di DumBO.
Dopo un anno complesso come il 2020, Bologna non rinuncia al piacere dell'ascolto e della scoperta, della fruizione delle musiche d’avanguardia.

Il tema di questa edizione è Borders e, in maniera apparentemente paradossale, nonostante la sua dichiarazione relativa all'instabilità delle barriere sceglie di allestire un cartellone tutto italiano.

La direzione artistica vede ancora Marco Ligurgo a tirare le fila di questo appuntamento imperdibile per i cultori dell'elettronica.
E la scelta di puntare sui nomi nostrani valorizza finalmente i tanti talenti nazionali che possiamo sfoggiare con orgoglio all'occhiello.

Gli artisti che si esibiranno (vietato ballare però)

approfondimento

I concerti dell'estate 2021

Quest'anno ROBOT si focalizzerà su tre personalità di rilievo globale nel panorama della musica elettronica. Si tratta di una sorta di "divina trinità" di questo genere musicale, ciascuno protagonista della scena internazionale con un linguaggio espressivo molto diverso da quello del collega.

Si tratta di Caterina Barbieri, Donato Dozzy e Lorenzo Senni, i tre artisti principali di questa edizione storica. A loro il direttore del festival ha chiesto di interpretare la mutazione necessaria della musica elettronica, che per la prima volta non sarà possibile ballare.
Ciò che questa edizione del ROBOT segnerà è quindi non solo il ritorno alla musica in presenza ma anche un ritorno al live inedito, con una nuova serie di codici e misure non solamente di sicurezza ma anche artistiche.

La musica diventerà quindi performance, concerto, ambiente, partitura da ascoltare.
Il risultato sarà un catalogo sonoro avvincente come un romanzo di avventura, come un racconto di viaggio che si inoltra in territori svelati, rivelati, solcati. Sempre guardando a quello che succede quando i confini rivelano la loro fragilità, come nel progetto special per ROBOT di Khalab, nome scelto dal dj e produttore Raffaele Costantino per i suoi lavori che narrano un’Africa sempre più vicina. Una musica nomade che ha affascinato Peter Gabriel, che ha voluto pubblicare il nuovo
disco M’Berra per la sua etichetta Real World.

Le performance

Tra le performance, non mancherà quella site-specific pensata per lo Spazio Bianco di DumBO dei romani Salò. Decadenti, irriverenti, tragicamente contemporanei, portano in scena il lento disgregarsi di ogni certezza sociale, per la prima volta a Bologna con uno spettacolo in quattro atti dove il battere elettronico è il commento di un viaggio tra i fantastico e la cronaca.


Il ritmo sincopato e martellante della musica elettronica sarà il metronomo anche dei workshop e dei panel che approfondiranno i temi del festival e le installazioni artistiche allestite negli spazi di DumBO.

Il live-coding come ingrediente musicale e le offerte per i bambini

approfondimento

Tempo d'estate: i giochi da fare all'aperto con i bambini

Saranno tantissime le installazioni artistiche in cui audio e video si mescoleranno in maniera indissolubile.
Ci sarà grande attenzione anche al live-coding come nella performance audio video e installazione interattiva [id]entity del collettivo Project-TO o nel laboratorio sulla musica algoritmica e la tavola rotonda con musicologi e compositori curati da
Umanesimo Artificiale.

Torna anche la sezione RBT Kids, un programma di laboratori e ascolti pensati per i più piccoli con letture, giochi di costruzione e dj set creati ad hoc.
Il ROBOT Festival è un progetto dell'Associazione Culturale Shape, patrocinato e sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna, dal Comune di Bologna e dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

Il programma

approfondimento

La storia dei Daft Punk, il leggendario duo della musica elettronica

Ecco l’headline serale del ROBOT 2021. Il programma completo con tutti gli eventi e workshop è disponibile sul sito ufficiale del Festival.

Day 1, 18 giugno 2021:

- Katatonic Silentio, live, ore 19.30
- Tadleeh, live, ore 20.30
- Punctum live, (Caterina Barbieri + Carlo Maria), ore 21.30
- Lorenzo Senni, live, ore 22.30

Day 2, 19 giugno 2021:

- Simona Faraone, DJ, ore 18.30
- Harmograph, live, ore 19.30
- Donato Dozzy + Neil + Filippo Scorcucchi, live, ore 20.30
- Eva Geist, live, ore 22.30

Day 3, 20 giugno 2021:

- Andrea Tempo, DJ, ore 18.00
- Godblesscomputers, live, ore 19.30
- Steve Pepe, live, ore 20.30
- Capofortuna, live, ore 21.30
- RBT Soundsystem, DJ, ore 23.00

Spettacolo: Per te