Malerba, la star di Tik Tok presenta il nuovo singolo No Good: l'intervista

Musica

Fabrizio Basso

malerba

Sonorità accattivanti e contemporanee che fondono musica trap e r'n'b e un ritornello ipnotizzante che rimane subito in testa. E il nuovo brano, col featuring di Mambolosco, di questa giovane artista con oltre 2,4 milioni di follower su Tik Tok

Cantare, fare musica, coinvolgere la gente, generare ottimismo...tutto questo, e molto di più, è Malerba, la giovane songwriter di Terni che col singolo No Good si propone (e impone) come la rivelazione del 2021. Nel periodo del lockdown (tutto sul coronavirus) Giorgia ha visto balzare i suoi follower su Tik Tok oltre i 2,4 milioni, testimonianza del suo essere una ragazza sincera, trasparente e credibile. Costruisce il suo percorso musicale insieme a Carlo Avarello, uno degli ultimi veri talent scout rimasti.

Partiamo dalla scelta del singolo e della collaborazione con Mambolosco.
Ho scelto No Good perché ho colto l'occasione di farla ascoltare a Mambolosco e il nostro mood è risultato particolare dall’inizio. Abbiamo subito compreso che i nostri stili diversi avrebbero creato curiosità, il contrasto netto è accattivante.
Fondere trap e r’n’b ti dà la consapevolezza di unicità almeno nel panorama italiano?
So che non è un pezzo universale, non arriva a tutti allo stesso modo, bisogna capire i due mondi apprezzati dai fan. L'obiettivo inziale era vedere da questa fusione cosa succedeva. C'è una alternanza di situazioni in No Good che colpisce.
Odio questa casa non ci so più stare…è quello che stai, stiamo vivendo da mesi?
Assolutamente si, voglio tornare in un open bar come dico nell'incipit. Speriamo di tornarci presto ma soprattutto mi auguro di tornare presto a cantare dal vivo.
Hai trovato qualcosa che ti calma?
No ma ti dico, a conferma, che mi piace occupare la mia giornata facendo tante cose, più sto sul divano e più mi rilasso e non va bene. Voglio essere frenetica, non essere calma. Ho molta energia da investire.
Come ti immagini un posto che non ha regole?
E’ il prima della pandemia, è una vita fa, è le piccole regole che puoi non rispettare. Oggi è l'opposto e la prima cosa da rispettare è il coprifuco
Chi è oggi una cantautrice? E chi è una star di Tik Tok?
Non c’è bisogno di distinguere una cosa e l’altra, preferisco essere tutto e in futuro qualunque cosa che possa capitare e rientri nelle mie corde la prenderò in considerazione.
In Italia chi fa più cose è visto con diffidenza.
Lo so purtroppo, ci sono ancora troppe distinzioni, l'accettazione dell'arte a tutto tondo è ancora lontana.
Come nascono le tue canzoni?
Esclusivamente da ciò che vivo. A volte ne scrivo tante mentre in quarantena ne arrivavano di meno perché non potendo vivere la mia quotidianità ho avuto il blocco dello scrittore. Scrivo quello che vivo, vedo e provo.
La sensazione è che per te la scrittura sia una urgenza: pensi possa evolvere oltre la musica è confluire in romanzi, poesia, sceneggiature…
In questo momento mi piace far trasparire la mia vita attraverso la musica ma in futuro non escludo altre forme di scrittura.
E’ difficile raccontare l’amore ai tempi dei social?
Della mia vita privata quasi nulla finisce sui social, non reggerei una relazione tanto esposta. La musica è la via perfetta per raccontare ciò che vivo senza espormi troppo.
Il tuo primo incontro con Carlo Avarello?
Lo ho conosciuto un anno fa, cercavo concorsi musicali cui partecipare, cantavo per farmi conoscere. Mi ha aiutato tanto a indirizzarmi, prima facevo di tutto, con lui ho trovato una via mia e un mio stile. Magari non sarà per sempre questo il mio mood ma al momento ho le idee chiare. Sai tra i 18 e i 25 un anno ti cambia molto.
Come scegli gli autori al tuo fianco? Tra gli altri c'è Serena Brancale.
A volte ci ritroviamo in gruppo a scrivere insieme, altre sono da sola a scrivere quello che mi passa per la testa.
E’ lecito pensare che il terzo singolo sia senza featuring?
Direi di sì.
Perché hai scelto il cognome per presentarti?
Mi è sempre piacuto molto. Non è comune, è riconoscibile.
Questa popolarità come ha cambiato la tua quotidianità? Sono comparsi amici smarriti negli anni?
E' cambiata del tutto, ora è opposta rispetto a un anno fa quando studiavo giurisprudenza e cantavo a casa. Adesso studio Scienza della comunicazione, istituzioni e media digitali. Appena ho iniziato coi social mi sono trovata tre tipologie di contatti: gli invidiosi che si allontanano, quelli che si avvicinano perché sono riconosciuta e le amicizie vere che sono però pochissime.
So che hai altri brani pronti, cosa accadrà nelle prossime settimane?
Una cosa speciale è in preparazione, ti farò sapere. E poi arriverà un altro singolo a breve.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.