Mr Rain, il nuovo album è "Petrichor": info e data di uscita

Musica

Il rapper annuncia l’uscita del nuovo album dopo il grande successo di “Fiori di Chernobyl”. Il titolo si ispira al termine petricore, coniato per indicare il profumo di pioggia sulla terra asciutta

La sua “Fiori di Chernobyl” è stata tra le canzoni più ascoltate del 2020, un successo bissato dall’uscita di "9.3" (il video del brano) e "Via di qua" in collaborazione con J-Ax e che ha raggiunto oltre 5 milioni di visualizzazioni su YouTube. Mr Rain ora è pronto a pubblicare nuova musica e ha annunciato con un video pubblicato sui social l’arrivo di “Petrichor”, il nuovo album. La data di uscita è fissata il 12 febbraio e lo stesso rapper ha spiegato com’è nato il nuovo album: “Il 2020 per me è stato un anno intenso di emozioni, grazie a Fiori di Chernobyl sono riuscito a ritrovare l’ispirazione per comporre nuova musica e scrivere canzoni”. “Petrichor” è il terzo album da solista di Mr Rain e arriva a tre anni di distanza da “Butterfly Effect”.

Petrichor, il significato del titolo del nuovo album di Mr Rain

“Petrichor”, il nuovo album di Mr Rain, nasce in un momento preciso della carriera del rapper. Lo stesso artista spiega di essere cresciuto dopo l’uscita di “Fiori di Chernobyl”: “È come se qui in questo album, sin dalla copertina in cui ho una nuvola in testa, avessi raggiunto per sviluppo artistico una versione pro, aggiornata, di me. È il mio viaggio per versi (che in me sono sempre immagini), è un cerchio che parte proprio da Fiori di Chernobyl (l’ho scritta per aiutarmi, l’ho usata per darmi una mano come uno psichiatra personale per superare un periodo buio, certi problemi che ho avuto)”. Il titolo è spiegato dallo stesso Mr Rain nella nota stampa che annuncia l’uscita dell’album: "Significa il profumo della pioggia. La scelta non è casuale perché Mr Rain scrive, compone, ed è ispirato solo quando c'è il profumo della pioggia". Il petricore è un termine coniato da due ricercatori australiani per indicare il profumo di pioggia sulla terra asciutta.

La carriera di Mr. Rain

approfondimento

Mr Rain, i Fiori di Chernobyl e la sfida a se stesso

 In un’intervista rilasciata a Sky Tg24 durante i mesi di lockdown (LO SPECIALE GLI AGGIORNAMENTI LA MAPPA) caratterizzati dal successo di “Fiori di Chernobyl”, Mr Rain aveva raccontato la sua storia e la carriera nata grazie anche alla passione per Eminem: “Ho scoperto la musica grazie a Eminem, io sono un suo grande fan, poi ho iniziato a suonare e cantare un po’ per gioco, con il passare degli anni ho iniziato a studiare pianoforte con dei tutorial su internet utilizzando software per la produzione audio: in questo modo ho iniziato a produrre tutto da solo. Con il tempo questa passione è diventata il mio lavoro, ho fatto il mio primo mixtape, il primo album, poi nel 2018 siamo usciti con Warner col secondo album e ora eccomi qui”.

Pseudomino di Mattia Balardi, Mr Rain ha debuttato nel 2011 con il mixtape “Time 2 Eat”. Due anni dopo ha partecipato alla settima edizione di X Factor e dopo aver superato le selezioni ha scelto di abbandonare il talent. Il primo album “Memories” arriva nel 2015 trascinato dai singoli “Carillon”, doppio disco di platino, e “Supereroe”, disco d’oro. Nel 2018 arriva “Butterfly Effect” seguito poi dopo qualche mese dalla riedizione 2.0 con quattro bonus track. Nel 2020 pubblica “Fiori di Chernobyl”, disco di platino per le oltre 70 mila copie vendute.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.