Dalise canta la percezione del corpo della donna in Come Vorrei

Musica

Questo video trasmette un messaggio per la coscienza degli uomini: ancora oggi il corpo femminile è ricoperto di pregiudizi, stigmatizzazioni e significati che ostacolano la ricerca della felicità a cui tutti, uomini e donne, hanno diritto. Le immagini sono accompagnate da un testo originale dell'artista

Le canzoni per me hanno sempre rappresentato un compagno di viaggio e ogni volta che mi trovo davanti ad un microfono è come se fossi metaforicamente alla fine di un ciclo. Lì, arrivo con il mio bagaglio, con dentro tutte le cose che ho imparato fino a quel momento, e mentre si chiude un cerchio, se ne apre un altro, con una nuova canzone, che porta su nuove strade. E’ così che sento muoversi la vita: con un moto ciclico. La musica per me è l’occasione di vivere molteplici vite contemporaneamente

e anche se sono una cantautrice e i miei testi partono da una matrice autobiografica, io sento nelle mie storie, quelle degli altri. Ho iniziato a cantare quando ero piccola, e con il passare del tempo ho cambiato la forma del mio sogno in vita reale. Per questo, devo molto all’incontro con Stefano Zanchetti, co-autore e direttore artistico del mio progetto, con il quale lavoro dal 2012. Insieme abbiamo scritto anche il mio ultimo singolo “Come Vorrei”, che affronta la tematica del corpo della donna, di come viene percepito e ricoperto dalla società, di significati e aspettative, e di quanto questo tipo di ambiente culturale determini una differenza abissale tra uomo e donna e allontana quest’ultima ancor di più dal raggiungimento della felicità; obiettivo che ritengo unico e universale per tutte le persone di questa terra.

Credo fortemente che dobbiamo avere tutti la possibilità di speriementare per

trovare noi stessi e presentarci al mondo come tali a prescindere dal corpo in cui nasciamo. In questa canzone, oltre alla discriminazione di genere, tratto anche il tema della violenza sulle donne ed è per questo che ho lavorato molto sulla scelta della parole e sull’interpretazione del brano. E’ stato un lavoro approfondito e coinvolgente grazie anche alla sensibilità artistica e la professionalità di Roberto

Vernetti. Dopo aver ascoltato per la prima volta il suo arrangiamento, Stefano ed io ce ne siamo innamorati e abbiamo visualizzato le immagini che avremmo voluto per il videoclip di questa canzone. Mai come prima mi sono messa in gioco attorialmente e fisicamente per poter offrire al brano una gamma emotiva il più possibile completa e vera. C’è la carne, c’è l’amore, l’odio, la sofferenza, l’auto-analisi, la coscienza, il non detto; c’è l’uomo e la donna, e i corpi di entrambi diventano strumento dei loro stessi sentimenti. Per la prima volta ho ballato in un mio video, grazie alla supevisione di Alessia Losavio (coreografa), e un cast di tre ballerini da lei diretti. Mi sono sentita nel posto giusto, nel mio posto, come quando da bambina cantavo e ballavo davanti allo specchio fingendo di essere sul palco di un teatro importante. “Come Vorrei” è l’inizio di un nuovo percorso di scrittura e produzione discografica. Il 2021 sarà spettatore di altri brani con i quali spero di farmi conoscere sempre di più come artista, e di conquistare il cuore delle persone.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.