Prince, le canzoni più famose declinate da Julia Liros

Musica

Fabrizio Basso

Quattro anni fa, il 21 aprile 2016, se ne andava Prince, figura epica, un rivoluzionario, un visonario nella vita e nella musica. lo ricordiamo attraverso dieci canzoni scelte per noi da Ludovica Lirosi, attrice, cantante (come Julia Liros) e produttrice cinematografica

(@BassoFabrizio)

Se ne è andato quattro anni fa, il 21 aprile del 2016, ma era già nell'Olimpo della musica. Uno dei pochi che quel luogo sacro ha iniziato a frequentarlo da vivo. Prince è dal 2004 nella lista dei cento artisti, cantanti e chitarristi migliori di sempre. Uno e trino. E se qualcuno è ancora scettico ci aggiugno che nel 1984 ottiene la consacrazione mondiale con l'album Purple Rain primo nellle classifiche di album, singoli e film, sì perché ci hanno tratto un film che ha ottenuto l'Oscar per la migliore colonna sonora. Questa tripletta prima era riuscita solo ai Beatles. Ho chiesto di presentarlo a Julia Liros, da poco uscita con i singoli Let me Show You What I Got e Fino al mattino (reggaeton italo-spagnolo in uscita il 3 maggio), mentre col suo nome di battesimo, Ludovica Lirosi, è attrice, produttrice, regista e distributrice con la sua società LuliFilm. Ora qui la accolgo da musicista e da artista. Il suo è un viaggio nell'oceano della musica che seguo da tempo. Il coraggio di giocare con l'italiano, l'inglese, il portoghese, lo spagnolo, il sapere adottare un ritmo facile, effervescente e innestarci parole che inducono a profonde riflessioni sull'animo umano. Nella stagione della pandemia esce con Let me Show You What I Got e Fino al mattino, il primo un inno alla donna, alla sua forza, alla sua fede nel fare e nell'agire, il secondo più estivo, più frizzante ma non lieve perché c'è la catarsi di una donna alle prese con la fine di un amore, c'è una analisi profonda prima di approdare in un luogo dove la vita è (comunque) bella...fino al mattino. Ed ora Julia Liros, all'insaputa della sua amica Ludovica Lirosi, ci porta nel mondo di Prince.

LE 10 CANZONI SPECIALI DI PRINCE


Kiss
Price brano dal ritmo funk 1986, il suo primo singolo del suo ottavo album “Parade” è un brano dal ritmo pazzesco! Lo metterei al primo posto, è il simbolo degli anni ’80, ma è una canzone senza età, anche adesso se la ascolti ti trasmette una fantastica sensazione e diventa impossibile non ballare. La canzone composta, scritta e prodotta dallo stesso cantante, raggiunge Billboard Hot 100 prima e  anche dopo la sua morte ha continuato ad essere in classifica.

Purple Rain
Ritmo pop, rock e gospel,1984, un successo rimane in cima le classifiche americane per 21 settimane, composta dallo stesso cantante e la sua banda “The Revolution”.

Sing O’ the Times
Brano dal ritmo funk, rock, industrial e synthpop, del 1987 dall’album “Sing O’ the Times” racconta momenti drammatici, disastri naturali, povertà, la piaga dell’AIDS, la guerra tra bande di strada.

When doves cry
Elementi funk, synthpop e industrial, che si apre con un assolo psichedelico,  brano del 1984 che vende ad oggi più di 25 milioni in tutto il mondo. La canzone è stata la Colonna sonora del film “Purple Rain” diretto da Albert Magnoli ed interpretato anche da Prince, il film ottenne l’Oscar come migliore colonna sonora. La canzone ha vinto un Golden Globe come miglior canzone originale ed il film di Prince dallo stesso titolo guadagnò più di 80 milioni di dollari.

Uptown
Pezzo dal ritmo dance, funk rock, disco del 1980 il primo singolo del terzo brano di Prince "Dirty Mind" La canzone affronta pregiudizi e razzismo, racconta l’incontro di Prince con donna un’attraente, un incontro casuale in cui lei le chiede in modo quasi offensivo se è gay, lui risponde: no e tu?

I Wanna Be Your Lover
Un mix di disco, funk, pop del 1978, è il terzo singolo dall’album di “Prince”. È la sua prima hit, esistono due music video di questo singolo, usata anche come colonna sonora nella serie tv “I soprano” del HBO.

1999
Influenzesynth funk, R&B, synth pop, del 1982 il suo primo singolo che inizialmente raggiunse il numero 44 nella Billboard Hot 100 degli Stati Uniti. È stato successivamente ripubblicato in seguito all'enorme successo.

Raspberry Beret
Torniamo indietro di 25 anni con questo ritmo synth pop, pop, ReB del 1985, dall'album "Around the world", una canzone che racconta una storia d'amore adolescenziale e la prima esperienza sessuale con una ragazza che indossa il cappello del titolo.

Let’s go crazy
Qui alziamo il volume, si va dall'hard rock alla new wave: siamo nel 1984 e l’album è l'epico ed epocale “Purple Rain”; il video della canzone è stato diretto dallo stesso cantante.

U got the look
Pezzo dal ritmo pop, funk, rock psichedelico del 1987 dal album "Sing o' the Times"  è stato candidato un Grammy Award alla migliore canzone  R&B e ha vinto il premio a MTV video Music Award come miglior music video Maschile.

 

 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.