Sanremo 2020, Diodato al Festival con "Fai rumore": il testo della canzone

Diodato è tra gli artisti che parteciperanno al Festival di Sanremo 2020. Ecco il testo di “Fai rumore”

SANREMO 2020: SCOPRI LO SPECIALE

“Fai rumore” è il brano che Diodato proporrà in gara al Festival di Sanremo 2020. Il cantautore è uno dei 24 artisti che si sfideranno nelle cinque serate in programma dal 4 all’8 febbraio. Il testo di “Fai rumore” ha già vinto il Premio Lunezia, a poche ore dall’inizio del Festival di Sanremo. Il patron del Premio Stefano De Martino ha dichiarato: "La struttura e l'intensità del testo annunciano un emozionante appuntamento con la musica". Per il critico musicale Dario Salvatori, membro della Commissione del riconoscimento: "Diodato sembra suggerire l'arte del conversare 'smooth'. Riproporsi in amore è quasi un gesto dovuto. Ma non avvicinatevi troppo e cercate il contatto visivo senza esagerare. Nessun imbarazzo. Un intonarumori sussurrato". Si tratta della terza partecipazione di Diodato al Festival di Sanremo, la prima è avvenuta in coppia con Roy Paci, interpretando “Adesso” arrivata all’ottavo posto della competizione. Lo scorso anno invece è salito sul palco del teatro Ariston come ospite di Ghemon. “Fai rumore” farà parte dell’album “Che vita meravigliosa”, terzo nuovo progetto discografico di inediti di Diodato in uscita il 14 febbraio. Il brano è il quarto estratto dopo “Non ti amo più”, “Il commerciante” e “Che vita meravigliosa”, quest’ultimo parte della colonna sonora di “La Dea Fortuna”, film diretto da Ferzan Ozpetek.

Il testo di “Fai rumore”

Questo il testo di “Fai rumore”, il brano che Diodato porterà al Festival di Sanremo 2020:

Sai che cosa penso,

Che non dovrei pensare,

Che se poi penso sono un animale

E se ti penso tu sei un’anima,

Ma forse è questo temporale

Che mi porta da te,

E lo so non dovrei farmi trovare

Senza un ombrello anche se

Ho capito che

Per quanto io fugga

Torno sempre a te

Che fai rumore qui,

E non lo so se mi fa bene,

Se il tuo rumore mi conviene,

Ma fai rumore sì,

Che non lo posso sopportare

Questo silenzio innaturale

Tra me e te.

E me ne vado in giro senza parlare,

Senza un posto a cui arrivare,

Consumo le mie scarpe

E forse le mie scarpe

Sanno bene dove andare,

Che mi ritrovo negli stessi posti,

Proprio quei posti che dovevo evitare,

E faccio finta di non ricordare,

E faccio finta di dimenticare,

Ma capisco che,

Per quanto io fugga,

Torno sempre a te

Che fai rumore qui,

E non lo so se mi fa bene,

Se il tuo rumore mi conviene,

Ma fai rumore sì,

Che non lo posso sopportare

Questo silenzio innaturale tra me e te.

Ma fai rumore sì,

Che non lo posso sopportare

Questo silenzio innaturale,

E non ne voglio fare a meno oramai

Di quel bellissimo rumore che fai.