Pearl Jam, il nuovo album “Gigaton” uscirà a primavera

Pearl Jam
@Getty Images

Vedder e soci hanno dato vita ad una caccia al tesoro virtuale per svelare l’erede di “Lightning Bolt”

Non c’è ancora una data precisa, ma dovrebbe arrivare intorno alla fine di marzo l’attesissimo nuovo album dei Pearl Jam. A rivelarlo è stata la stessa band dando il via a una “caccia al tesoro” virtuale sui propri canali social. Tutto è iniziato venerdì 10 gennaio quando il gruppo ha sorpreso i suoi milioni di fan sparsi in tutto il mondo pubblicando due immagini allo stesso tempo enigmatiche e rivelatorie. Ai misteriosi post si è successivamente aggiunta una mappa interattiva da navigare con Facebook Lens o Instagram Lens, funzioni fotografiche delle app mobili che hanno svelato, grazie a dei cartelli realmente presenti nelle zone indicate, il titolo dell'album. Il nuovo lavoro in studio si chiamerà “Gigaton” e nome e copertina (svelata anche quella) lasciano intendere che l’album sarà a chiaro sfondo ecologista. Il titolo è un chiaro riferimento al problema annoso del surriscaldamento globale. Il gigatone, infatti, unità di misura corrispondente a un miliardo di tonnellate, in climatologia si usa per indicare il distacco dei ghiacci dai poli, evento che in questo particolare momento storico sta aumentando spaventosamente di entità. Non a caso la cover dell’album, scatto dell’acclamato fotografo naturalista Paul Nicklen, ritrae esattamente il distacco del ghiacciaio, appunto il gigatone.

Sette anni di silenzio. O quasi

“Gigaton” sarà l’erede di “Lightning Bolt”, ultima fatica della band datata 2013. Nessun riferimento, almeno per ora, ai trent’anni di attività del gruppo che cadono proprio con il 2020: gli esordi con il nome di Mookie Blaylock, infatti, risalgono all’autunno del 1990. Il nome “Pearl Jam” comparve invece la prima volta nella primavera del 1991, quella nella quale iniziò la gestazione del loro primo e più iconico album, “Ten”. In realtà, comunque, non è stato un vero e proprio silenzio quello della band in questi sette anni. Ci ha pensato il suo frontman, Eddie Vedder, a tenere la luce accesa tra album solisti e progetti paralleli.

Il tour e la tappa in Italia

L’annuncio dell’arrivo del nuovo album non fa che rinfocolare l’attesa per la venuta in Italia di Vedder e soci, che il 5 luglio si esibiranno all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola per l’unica data italiana del loro nuovo tour. I biglietti per il concerto, che vedrà anche la partecipazione di un’altra band leggendaria come quella dei Pixies e che rappresenta il ritorno dei Pearl Jam in Italia due anni dopo la data di Roma nel 2018, sono in vendita già dagli inizi di dicembre sul circuito TicketOne al prezzo unico di 79,25 euro. Ma non c’è solo Imola nel lungo tour che il gruppo terrà tra giugno e luglio in tutta Europa. Questo il calendario di tutte le date in programma fino ad ora:

  • Martedì 23 Giugno – Francoforte, Festhalle
  • Giovedì 25 Giugno – Berlino, Waldbühne
  • Sabato 27 Giugno – Stoccolma, Lollapalooza Stockholm
  • Lunedì 29 Giugno – Copenhagen, Royal Arena
  • Giovedì 2 Luglio – Werchter, Rock Werchter Festival
  • Domenica 5 Luglio – Imola, Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari
  • Martedì 7 Luglio – Vienna, Wiener Stadthalle
  • Venerdì 10 Luglio – Londra, American Express presents BST Hyde Park
  • Lunedì 13 Luglio – Cracovia, Tauron Arena
  • Mercoledì 15 Luglio – Budapest, Budapest Arena
  • Venerdì 17 Luglio – Zurigo, Hallenstadion
  • Domenica 19 Luglio – Parigi, Lollapalooza Paris
  • Mercoledì 22 Luglio – Amsterdam, Ziggo Dome