Lucio Battisti, gli album più venduti

Musica

Gli album più venduti di Lucio Battisti tra i 20 progetti discografici in studio della sua carriera. Da "Emozioni" a "La sposa occidentale

Sono oltre 25 milioni le copie vendute in carriera da Lucio Battisti. Un punto di riferimento della musica italiana che ancora oggi, a 21 anni dalla sua scomparsa, è uno degli artisti più ascoltati e maggiormente apprezzati di tutta la storia. Un’eredità immensa quella del cantautore che annovera 20 album in studio, ben 70 raccolte, 22 singoli e un album video. Tra canzoni indimenticabili, gioielli poco conosciuti ed evergreen cantati e suonati da tutti, facciamo un viaggio nella discografia di Lucio Battisti attraverso gli album più venduti. Otto progetti che hanno superato le 250 mila copie, una regola ferrea per limitare la lista che altrimenti avrebbe previsto l’inserimento di tutti i 20 album in studio pubblicati dal 1969 al 1994. Ecco gli otto album più venduti di Lucio Battisti:

  • Emozioni
  • Amore e non amore
  • Il mio canto libero
  • Il nostro caro angelo
  • Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera
  • Una donna per amico
  • Una giornata uggiosa
  • La sposa occidentale

Emozioni (1970)

Pubblicato nel 1970, “Emozioni” è il secondo album di Lucio Battisti e raccoglie le canzoni uscite su singolo negli anni precedenti. Nel 1971 è stato il quarto album più venduto dell’anno superato da Charles Aznavour, Mina e la soundtrack di Anonimo Veneziano. All’interno del progetto ci sono brani storici come “Fiori rosa fiori di pesco”, “Il tempo di morire”, “Mi ritorni in mente”, “7 e 40”, “Emozioni”, “Dieci ragazze”, “Non è Francesca”, “Io vivrò (senza te”, “Anna” e “Acqua azzurra acqua chiara”. Secondo le ultime notizie l’album ha superato abbondantemente le 500 mila copie vendute.

Amore e non amore (1971)

Tra le 300 mila e le 500 mila copie vendute c’è “Amore e non amore”, quarto album della discografia di Lucio Battisti. Si tratta del primo progetto con tutti brani inediti, un concept album dedicato all’amore e al non amore sottolineata dall’alternanza di brani cantati e strumentali. Nonostante la particolarità del progetto e il poco supporto della casa discografica, l’album fu tra i più venduti del 1971. 

Il mio canto libero (1972)

Con una cifra parziale di 450 mila copie, “Il mio canto libero” è uno degli album più venduti della discografia di Lucio Battisti. Pubblicato nel 1972 dominò la classifica italiana da gennaio ad aprile e fu l’album più venduto nel 1973. Tra i brani presenti “Io vorrei...non vorrei...ma se vuoi” e l’immortale “Il mio canto libero”.

Il nostro caro angelo (1973)

Due anni dopo “Il mio canto libero”, esce “Il mio caro angelo” che raggiunge la cifra di oltre 500 mila copie vendute. La curiosità volle che l’album raggiunse il secondo posto tra quelli più venduti nel 1973 dietro proprio a “Il mio canto libero”. “La collina dei ciliegi” e “Il nostro caro angelo” furono i brani che trainarono il successo dell’album e che sono diventati poi classici del repertorio di Lucio Battisti.

Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera (1976) 

Il decimo album di Lucio Battisti raggiunge quota 500 mila copie vendute confermando il successo di pubblico e di critica del cantautore. In tutto furono sedici le settimane consecutive in testa alla classifica grazie anche al brano “Ancora tu” che fu il singolo più venduto dell’anno. Nell’album è presente anche Ivan Graziani che suona chitarra e mandolino. 

Una donna per amico (1978)

A seconda delle fonti, “Una donna per amico” è l’album più venduto della carriera di Lucio Battisti. Il numero di copie oscilla tra le 600 mila e il milione per quello che è stato nominato come uno degli album più belli nella storia della musica italiana. Tra i brani presenti c’è il singolo trainante “Una donna per amico” oltre a “Prendila così”, “Nessun dolore”, “Aver paura d’innamorarsi troppo” e “Perché no”. Il grande successo spinse Lucio Battisti a tradurre il brano “Una donna per amico” in spagnolo e in inglese.

Una giornata uggiosa (1980)

L’exploit di “Una donna per amico” spinse Lucio Battisti a registrare a Londra anche il successivo “Una giornata uggiosa”. Si tratta dell’ultimo album che vede alla scrittura il sodalizio Battisti-Mogol. Tra i brani presenti ci sono quello che dà il titolo al progetto e “Con il nastro rosa”. È stato il quinto album più venduto in Italia nel 1980 e a conti fatti contiene una canzone diventata storica per la carriera di Lucio Battisti. “Amore mio di provincia” è infatti l’ultimo brano cantato dal cantautore in televisione. 

La sposa occidentale (1990)

Si tratta del terzo album nato dalla collaborazione con Pasquale Panella, il diciottesimo della discografia di Lucio Battisti. Si tratta di un concept album su una figura femminile e ha venduto 400 mila copie. 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.