Raf e Umberto Tozzi si regalano l'Arena di Verona

Inserire immagine

È iniziato tutto dall’Arena di Verona nel 2017 quando Raf  e Umberto Tozzi  si sono trovati sul palco in occasione del concerto-evento 40 Anni Che Ti Amo e hanno deciso di tornare a collaborare, di cantare insieme, di condividere lo stesso palco. E proprio su quel palco all’Arena di Verona torneranno il 25 settembre. L'INTERVISTA

(@BassoFabrizio
Inviato a Verona)


L'annuncio lo ho avuto quasi in diretta mentre chiacchieravamo nel loro camerino dell'Arena di Verona in occasione dei Seat Music Awards. Raf e Umberto Tozzi (ri)accenderanno l’Arena di Verona il prossimo 25 settembre con una scaletta con più di 30 pezzi, brani indimenticabili e grandi successi, da Gloria a Self Control, da Si può dare di più a Cosa resterà degli anni 80, da Infinito a Ti amo, ma anche Ti pretendo, Gli altri siamo noi, Il battito animaleImmensamente, il loro nuovo brano a due Come una danza e molti altri, tra cui la super hit che non potrebbe mai mancare, Gente di Mare. Due repertori immensi e straordinari, rivisitati a due voci, insieme a una super band di dieci elementi. Li ho incontrati a Verona in occasione dei Seat Music Awards 2019.

L'estate è appena iniziata e già il pensiero vola a settembre.
Abbiamo in preparazione ancora un po’ di date ma possiamo già dire che quella del 25 settembre sarà una data speciale per chiudere questo tour meraviglioso.
Che vi ha dato parecchie soddisfazioni.
Possiamo affermare che è andato oltre le nostre aspettative. E' una soddisfazione essere riusciti, con la collaborazione di una band di musicisti super, a mettere insieme queste canzoni estremamente popolari.
Avete un repertorio che aiuta, diciamolo.
Hai ragione, hanno tutte riscosso un grande successo ma non esiste una formula magica.
Eravate dubbiosi?
Poteva non andare così ma per noi è stato il concerto perfetto.
All'Arena registrerete?
Abbiamo registrato già a Torino sia video che audio. Ciò detto qui è sempre uno scenario speciale. Non ce lo saremmo immaginato.
Siete anche amici oltre colleghi?
certo. Solo le camere sono separate, dividerla sarebbe un po’ troppo.
Dopo l'Arena che accadrà?
Per ora si conclude questa esperienza.
Davvero?
Sì ma è stata talmente bella che chissà che non si possa ripetere.
E chi non vi ha visto in concerto?
Si è perso una occasione, difficilmente si mettono insieme di tanti brani così popolari e si ritrovano sullo stesso palco tanti ottimi musicisti.
Si legge lo stupore nelle vostre parole.
Anche io sono sorpreso, non credevo l’impatto emotivo fosse così forte. Davvero ha colto di sorpresa anche noi.
Che bel pubblico che avete.
Dovunque abbiamo trovato il pubblico trasversale, abbiamo colto la varietà generazionale. Che bella sensazione.
Una curiosità: come vi siete conosciuti?
Agli albori della carriera di di Raf, in comune tra noi che ci ha presentati Giancarlo Bigazzi.