J-Ax ed Ermal Meta, il nuovo singolo è “Un’altra volta da rischiare”: il testo

J-Ax
@Kikapress

Dal 4 gennaio è in radio “Un’altra volta da rischiare”, l’inaspettato duetto di J-Ax ed Ermal Meta

Il 4 gennaio 2019 è arrivato in rotazione radiofonica il primo duetto di Ermal Meta e J-Ax dal titolo “Un’altra volta da rischiare”. Si tratta di un singolo che sarà presente anche nella nuova edizione dell’album “Non Abbiamo Armi. Il Concerto” del cantautore albanese, in uscita il prossimo 25 gennaio.

L’annuncio sui social prima di Natale

Il duetto “Un’altra volta da rischiare” è stato una vera sorpresa per i fan di Ermal Meta e J-Ax, che hanno annunciato la loro collaborazione sui social prima di Natale. «Ho fatto una canzone con un fuoriclasse, J-Ax» ha scritto Ermal. «È una figata e non vedo l’ora che sia vostra. Grazie zio per averla condivisa con me, sei un grande. Dal 4 gennaio in radio. Non vedo l’ora che sia vostra». Queste sono state invece le parole del rapper milanese: «Un artista non dovrebbe mai essere prigioniero dello stile, della reputazione, del successo o di se stesso. Tra poco vi farò volare con delle news incredibili. Non sto volando, sono già nello spazio, Grazie». Insieme all’annuncio sui social è stata diffusa anche la copertina, che ritrae i profili dei due cantanti su uno sfondo blu elettrico. 

Il significato del singolo “Un’altra volta da rischiare”

Il significato di “Un’altra volta da rischiare” è abbastanza semplice e chiaro. Il brano racconta una nuova storia d’amore, in cui ci si ritrova inaspettatamente in una sera come tante. Narra la paura, così come le emozioni che si provano nel vivere qualcosa di nuovo, che fa sentire sempre alle prime armi, nonostante le esperienze del passato. 

Il testo di “Un’altra volta da rischiare”

Sono quello che non ti aspettavi

quella sera in cui la luna cadde nei tuoi occhi

quella volta in cui non solo ci credevi

ma avevi fatto pace pure con i demoni

 

Sono quel rumore che il vento suono

sono come sono e non ti chiederò perdono

sono quello che non ti aspettavi

 

ma che forse in fondo ci speravi

in un mondo senza regole

nessuno sa sotto il mare

annegare nel tuo cuore per me

è il miglior modo di morire

 

Dicono che tutto quello che sappiamo dell’amore

non ci serve sai perché

in fondo è tutto da scoprire

non siamo i primi né gli ultimi

non sorrido spesso mentre tu mi vedi un po’ già grande

l’esperienza è niente se c’è ancora tutto da imparare

 

L’amore è uno sport violento

senza elmetto danno la vittoria all’uno percento

novantanove volte è un fallimento

giochi perché vincere da un senso al tuo passaggio

e quando perdi il premio è che diventi un po’ più saggio

non è una cosa da proteggere è rischiare

altrimenti è un vuoto che non puoi colmare

col successo e il rispetto vestiti di lusso e collane

prima di incontrare un principe sai quante rane che devi baciare?

 

Un minuto per lasciarsi anni a cancellarne la memoria

è un gioco d’azzardo

è questo che ci salva dalla noia

gli altri con il corpo in busta e l’anima nascosta

noi con l’anima che ci fa muovere le ossa

 

Dicono che tutto quello che sappiamo dell’amore

non ci serve sai perché

in fondo è tutto da scoprire

non siamo i primi né gli ultimi

io sorrido spesso mentre tu mi vedi un po’ già grande

l’esperienza è niente se c’è ancora tutto da imparare

c’è ancora un sogno da sognare

 

E non serve scomodare Dio

ed ammazzarsi per i sogni di gloria

da quando lei sa bene chi sono io

non mi importa se la gente lo scorda

no

 

Dicono che non ti devi proprio mai fidare

ma chi lo dice non sa che c’è

ancora spazio nel suo cuore

non siamo i primi né gli ultimi

mentre io mi chiedo ancora cosa poi farò da grande

tu sorridi e dici che c’è ancora tempo per pensare

un’altra volta da rischiare

 

E non serve scomodare Dio

ed ammazzarsi per i sogni di gloria

da quando lei sa bene chi sono io

non importa