Ermal Meta, le canzoni che lo hanno portato al successo

Ermal Meta
@Kikapress

Oggi è uno dei cantautori più apprezzati della nuova generazione, grazie a brani che lo hanno fatto conoscere al grande pubblico. Ecco le canzoni di Ermal Meta che lo hanno portato al successo.

Ermal Meta è un cantante e un autore di canzoni che negli ultimi anni si è fatto apprezzare dalla critica e dal pubblico. Nato a Fier, in Albania, ma naturalizzato italiano, ha debuttato nel 2007 con il gruppo indie rock La fame di Camilla, fondato a Bari con Giovanni Colatorti, Dino Rubini e Lele Diana.

In seguito allo scioglimento della band, dopo tre album e un Festival di Sanremo, Ermal Meta intraprende la carriera da solista, riscuotendo grande successo con le sue canzoni. Ecco i brani che gli hanno portato fortuna:

  1. Buio e luce (La fame di Camilla)
  2. Odio le favole
  3. Vietato morire
  4. Ragazza paradiso
  5. Non mi avete fatto niente
  6. Dall’alba al tramonto

Buio e luce (La fame di Camilla)

Con La fame di Camilla, Ermal Meta ha pubblicato 3 album, aggiudicandosi anche il premio come Rivelazione Indie Pop al Meeting delle Etichette Indipendenti nel 2009. Con la partecipazione al Festival di Sanremo del 2010, con il brano “Buio e luce”, il gruppo si fece conoscere al grande pubblico, anche se fu eliminato dalla categoria “Nuove generazioni”.

Odio le favole

Con lo scioglimento del gruppo, Ermal Meta intraprende la carriera da solista, scrivendo brani anche per altri artisti, come Francesca Michielin, Annalisa, Marco Mengoni, Francesco Renga. Il cantautore partecipa nuovamente al Festival di Sanremo 2016, con il brano “Odio le favole”, con cui si classifica al terzo posto nella sezione Nuove proposte. La canzone viene inserita nel suo primo album da solista, “Umano”.

Vietato morire

È con “Vietato morire”, del 2017, che Ermal Meta raggiunge il grande successo. Il brano partecipa al Festival di Sanremo nella sezione Big e si classifica terzo, dopo Francesco Gabbani e Fiorella Mannoia. Meta vince anche il Premio della Critica. La canzone, autobiografica, è dedicata alla madre e parla di violenza domestica: il padre di Ermal era una persona violenta e la donna lo lasciò portando i suoi figli in Italia.

Ragazza paradiso

Dopo “Vietato morire”, Ermal Meta pubblica il singolo “Ragazza paradiso”, che diventa subito la hit dell’estate 2017. Il tema questa volta è quello dell’amore, senza alcuna discriminazione di razza o differenze di genere. Il cantautore ha sempre avuto molto a cuore la lotta per i diritti della comunità LGBT e lo conferma il video della canzone, in cui sono rappresentate anche coppie omosessuali.

Non mi avete fatto niente

Con il brano “Non mi avete fatto niente”, scritto e cantato con Fabrizio Moro, Ermal Meta si conferma un autore amato dal pubblico. La canzone, infatti, presentata in concorso dai due artisti al Festival di Sanremo 2018, vince la manifestazione e si aggiudica automaticamente la partecipazione all’Eurovision Song festival. Il testo è un chiaro riferimento al terrorismo e agli attentati che si sono succeduti negli ultimi anni in Europa e il messaggio lanciato dai due cantautori è quello di speranza e di voglia di continuare ad andare avanti, senza paura. “Non mi avete fatto niente” è inserita nel terzo album di Ermal Meta, “Non abbiamo armi”.

Dall’alba al tramonto

Il secondo singolo tratto dall’album “Non abbiamo armi” è “Dall’alba al tramonto”, uscito nell’aprile 2018. La canzone, dalle atmosfere funk, è accompagnata da un video in cui il cantante partecipa a uno speed date.

Ermal Meta è attualmente in giro per l’Italia con il suo “Non abbiamo armi tour”.