Le canzoni più famose di Gazzelle

Gazzelle

Dalla prima, “Quella te”, alla più recente, “Tutta la vita”: le 5 canzoni più conosciute di Gazzelle

Se non siete dei “frequentatori seriali” dell’indie italiano, è possibile che l’altra sera, guardando l’ultima puntata di audizioni di X Factor, abbiate un po’ storto il naso all’apparire nello studio di un cantante di nome Gazzelle. È probabile che vi siate chiesti chi sia questo nuovo artista che, capelli anni ’60 e impermeabile, gioca a fare il Liam Gallagher italiano. E allora ve lo diciamo noi chi è Gazzelle, ora che ha deciso di mostrarsi veramente, lasciando da parte le foto sfocate: uno dei cantautori più apprezzati della nuova scena underground (che ormai si è fatta mainstream) romana. E se non vi abbiamo convinto sul successo raggiunto dal cantante, vi basterà pensare che il primo marzo Gazzelle terrà il suo primo concerto al Forum di Assago e, due giorni dopo, salirà sul palco del Palalottomatica di Roma. Per arrivare preparati a questi due appuntamenti, vediamo insieme le 5 canzoni più conosciute del cantautore romano:

  1. Quella te
  2. Meglio così
  3. Nero
  4. Sayonara
  5. Tutta la vita

Quella te

“Quella te” è la canzone che ha fatto conoscere al pubblico di YouTube Gazzelle. Canzone semplice, video altrettanto: diapositiva nostalgica. A contribuire al successo del pezzo, l’alone di mistero creatosi intorno al suo autore: semplicemente Gazzelle. Decide di non rivelare il suo nome reale e pubblica unicamente delle sue foto sfocate, da cui è impossibile individuare qualsiasi fisionomia. Il pezzo (e il suo cantante) riscuotono un successo immediato. La canzone sarà poi inserita nel disco d’esordio di Gazzelle, “Superbattito”.

Meglio così
A oggi rimane il pezzo più conosciuto del cantautore romano, con più di otto milioni di ascolti su Spotify. La canzone è contenuta in “Megasuperbattito”: versione deluxe del primo disco del cantante, di cui “Meglio così” è stato il quarto singolo estratto. Il pezzo racconta la fine di una storia d’amore, con un’ironia ossimorica: dal “meglio così” (da titolo) delle strofe, fino al ritornello, con l’ammissione del dover affogare il proprio dolore nell’alcool.

Nero

Altra canzone estratta da “Megasuperbattito” (verrebbe da dire che l’edizione deluxe ha riscosso più successo di quella originale): ballad elettronica, dai toni cupi. Riflessione sulle innumerevoli perdite di tempo, sulle proprie paure e i fantasmi che spesso affollano la testa delle persone.

Sayonara

Ancora “Megasuperbattito”, ça va sans dire. “Sayonara” però è un pezzo allegro, solare, con un ritornello orecchiabile che è tutto da cantare: soprattutto – immaginiamo – in luoghi come il Forum di Assago o il Palalottomatica di Roma.

Tutta la vita

Pezzo uscito un paio di settimane fa, eppure già in vetta alle classifiche. “Tutta la vita” anticipa il nuovo album del cantautore romano, che dovrebbe uscire nel 2019. A raccontare com’è nato il pezzo è stato lo stesso Gazzelle: «C’era odore di vernice fresca e le tende erano così lunghe che si arrotolavano sul pavimento nuovo, mai calpestato prima, nell’Airbnb in cui stavo dormendo a Milano per qualche motivo che non ricordo. Mi sembrava il posto perfetto per scrivere questa canzone, e anche il posto più sbagliato».