Le 10 canzoni più famose di Pink

Pink
@Getty Images

Ha venduto 70 milioni di singoli, raggiungendo i primi posti delle classifiche di tutto il mondo: ecco le 10 canzoni più famose di Pink.

Canta da quando era poco più che una teenager e, oggi, Pink è una delle cantanti pop-rock più amate dal pubblico. Nata in Pennsylvania come Alecia Beth Moore, Pink ha cominciato a cantare gospel in una chiesa frequentata da afro-americani e ha registrato la sua prima canzone a 14 anni.

Nel corso della sua carriera, ha venduto 40 milioni di album e circa 70 milioni di singoli in tutto il mondo, vincendo numerosi premi e riconoscimenti. Ecco le 10 canzone più famose di Pink.

  1. Try
  2. Don’t let me get me
  3. Trouble
  4. Just give me a reason
  5. Get the party started
  6. God is a dj
  7. Raise your glass
  8. Sober
  9. So what
  10. What about us

Try

“Try” è il secondo singolo estratto dal sesto album di Pink, “The truth about love”, del 2012. La canzone è una ballata rock malinconica, scritta da Ben West e prodotto da Greg Kursti. “Try” raggiunge il secondo posto nella classifica italiana. In seguito all’utilizzo per uno spot di X Factor, il brano torna in classifica anche nel 2014.

Don’t let me get me

Con “Don’t let me get me”, Pink mostra un esempio di quello che è il suo modo di scrivere, e cioè mettere in musica tutto ciò che pensa e renderlo orecchiabili per il pubblico. Il brano è contenuto nell’album “M!ssundaztood” del 2001. Questa è una delle canzoni di maggior successo nella carriera della cantante.

Trouble

“Trouble” è una canzone del 2004, inserita nell’album “Try this”. Con questo brano, Pink mostra a tutti di avere anche un’anima rock. Con “Trouble”, la cantante si aggiudica il Grammy come miglior performance vocale femminile rock. La canzone fa parte anche della colonna sonora del film “White Chicks”.

Just give me a reason

Con “Just give me a reason”, del 2013, Pink rivela un altro lato della sua personalità, quello dolce e vulnerabile. Il singolo è cantato con Nate Ruess ed è uno dei più famosi della cantante, contenuto nell’album “The truth about love”. “Just give me a reason” ha venduto circa mezzo milione di copie nel Regno Unito, mentre negli USA ha superato i 3 milioni e mezzo di copie.

Get the party started

Sempre dall’album “M!ssundaztood” del 2001 è tratto un altro dei singoli di successo di Pink, “Get the party started”. La canzone può essere considerata la prima grande hit della cantante. Scritta da Linda Perry, ex 4 Non Blondes, “Get the party started” ha raggiunto la top ten in quasi tutti i Paesi in cui è uscita.

God is a dj

Tratta dall’album “Try this”, la canzone “God is a dj” è sicuramente una delle più famose della cantante, ma non ha avuto lo stesso successo delle altre. “God is a dj” appare anche nella colonna sonora del film “Mean girls”.

Raise your glass

“Raise your glass” è una di quelle canzoni che non si può fare a meno di ballare e cantare a squarciagola, quando la si ascolta. Contenuta nella raccolta “Greatest Hits...so far!!!” del 2010, è la terza canzone di Pink a raggiungere subito il primo posto negli Stati Uniti. Nel 2011, il pezzo è stato reinterpretato da Darren Criss e inserito nella colonna sonora della serie tv “Glee”.

Sober

Pink ha scritto molte canzoni sull’autostima e sulla lotta contro i demoni interiori, anche perché la cantante ha abusato, in passato, di sostanze stupefacenti. Nella canzone “Sober”, contenuta nell’album del 2008, “Funhouse”, il tema centrale è lo sdoppiamento di personalità causato dall’alcol. Il brano ha venduto circa 3 milioni di copie.

So what

Il primo singolo estratto da “Funhouse” è “So what”, una canzone sulla necessità di ricominciare anche dopo la fine di una storia. A oggi, il brano è il maggiore successo di Pink, con oltre 7 milioni di copie vendute.

What about us

Tratto dall’ultimo album della cantante, “Beautiful trauma”, del 2017, “What about us” è un brano che fa vincere a Pink un Grammy Award come miglior performance pop solista. Questa ballata è arrivata nei primi dieci posti nelle classifiche di Austria, Francia, Germania, Italia e Regno Unito.