Da "Edward Mani di Forbice" a "Dark Shadows": tutti i film di Tim Burton con Johnny Depp

Cinema
©Getty
GettyImages-tim burton johnny depp (1)

Il regista e l'attore hanno iniziato il sodalizio negli anni Novanta ed hanno lavorato insieme a ben sette pellicole: ma il loro rapporto va ben oltre il set cinematografico

Ogni regista ha il suo attore feticcio: quello di Tim Burton è Johnny Depp (guarda le foto dei suoi personaggi). I due artisti hanno in comune sette film, ma l'intesa tra loro è talmente forte da aver travalicato i limiti professionali. Tim Burton considera Johnny Depp il suo alter ego, l'incarnazione fisica delle sue idee e della sua arte, influenzata da romanticismo, atmosfere gotiche e amore per il fantastico. Inoltre, l'attore è anche il padrino dei due figli di Burton - Billy Ray e Nell - avuti dall'attrice Helena Bonham Carter. Ecco tutte le pellicole in cui Tim Burton ha diretto Johnny Depp.

Anni Novanta: gli esordi della coppia

"Edward Mani di Forbice" (1990) è il primo film in cui Burton dirige Johnny Depp. Il lungometraggio fu anche il primo prodotto dalla Tim Burton Productions, la casa di produzione voluta dal regista, che proprio in quegli anni si stava affermando come narratore gotico. Il personaggio di Edward, portato in vita artificialmente come un moderno Frankestein, va a turbare una comunità locale omologata e frivola. A distanza di quattro anni, nel 1994 Burton presenta al 48esimo Festival di Cannes un film sulla vita di Ed Wood, uno dei personaggi a lui più cari. Liberamente ispirata dalla biografia "Nightmare of Ecstasy", scritta da Rudolph Grey, la pellicola racconta sei anni della vita di Edward D. Wood Jr., passato alla storia come "il peggior regista di tutti i tempi". A interpretarlo, neanche a dirlo, è Johnny Depp.  Molto elogiato dalla critica il film vinse anche due premi Oscar, uno per il miglior attore non protagonista a Martin Landau, e un altro per il miglior trucco. Il terzo lavoro della coppia è "Il Mistero di Sleepy Hollow" (1999), un'opera dalle cupe atmosfere gotiche che mette al centro l'intelligenza di un detective dal comportamento goffo e simpatico. Oltre alla bella fotografia messa a punto da Emmanuel Lubzeski, l'interpretazione di Johnny Depp rende il film un classico da vedere e rivedere.

approfondimento

Johnny Depp: i personaggi più famosi interpretati dall'attore. FOTO

 

 

Anni Duemila

approfondimento

Johnny Depp: i personaggi più famosi interpretati dall'attore. FOTO

Il 2005 è un anno intenso per la coppia Burton-Depp. Il regista Burton torna al cinema con "La sposa cadavere”, il primo film animato in stop-motion che utilizza la tecnica “gear and paddle” per le teste dei pupazzi protagonisti. In questo caso non potendo utilizzare il corpo di Depp, Burton ne prende in prestito la voce, per doppiare Victor, protagonista di un matrimonio combinato con Victoria (Emily Watson). Nello stesso anno il regista riporta sul grande schermo un grande classico del cinema: "La Fabbrica di Cioccolato". Girato per la prima volta nel 1971 e noto con il titolo "Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato", nella nuova versione Depp raccoglie l'eredità di Gene Wilder, ma se ne discosta. Willy Wonka incarna perfettamente il diverso, il personaggio solitario e introverso, chiuso nel suo mondo come lo era Edward Mani di Forbice. Anche in questa pellicola, Depp riesce a portare sullo schermo i valori che Burton ha da sempre nel suo registro cinematografico. A due anni di distanza, la coppia si cimenta anche nel genere musical. Dopo essere rimasto folgorato dalla versione teatrale di "Sweeney Todd", Burton decise di portarla al cinema. Il diabolico barbiere di Fleet Street è interpretato da Johnny Depp, che restituisce o spirito crudo e cruento della storia di fondo. A questo il regista aggiunge atmosfere cupe e surreali.

Anni Dieci

Il  nuovo decennio si apre con Depp che, diretto da Burton, si trasforma nel Cappellaio Matto di "Alice in Wonderland" (2010). Soprattutto in questa pellicola disneyana, il regista e l'attore possono esprimere la loro creatività. Segue poi, a distanza di due anni, "Dark Shadows" (2012). I caratteri del gotico sono numerosi e Burton li ha lungamente esplorati in tutta la sua filmografia. In questo film decide di dedicarsi a un soggetto molto amato e affascinante: i vampiri. Per farlo trasforma la prima serie tv ad averli portati sullo schermo in un film. Inutile dire che sia Burton che Depp erano grandi fan di quegli episodi trasmessi negli anni Sessanta. Solo l'ultima di una lunga serie di passioni condivise.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.