Dirty Dancing 2, Jennifer Grey rivela che altri attori del film originale torneranno

Cinema

Camilla Sernagiotto

©Getty

L'attrice che nel 1987 si è calata nei panni della leggendaria Frances "Baby" Houseman del film Dirty Dancing ha rivelato che non sarà l'unica presenza del cast originale a tornare nell'attesissimo sequel

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

Jennifer Grey ha acceso una speranza negli animi dei fan, rivelando che oltre a lei anche altri personaggi originali del film Dirty Dancing torneranno nel sequel in arrivo, interpretati dai medesimi attori della pellicola uscita nel 1987.

L’attrice, 62 anni, si è calata nei panni della leggendaria Frances "Baby" Houseman del film Dirty Dancing, e a breve tornerà a farlo di nuovo, benché quel “baby” suonerà alquanto stridente dato che la Frances in questione ora non è più un'adolescente. Proprio notando questo in una recente intervista, ossia che il suo personaggio ritornerà un po' invecchiato, Jennifer Grey ha voluto anticipare che non sarà l'unica a ricalcare il set.
La star ha anche recentemente svelato che le riprese del secondo atto inizieranno la prossima primavera, dopo che all'inizio del 2022 aveva annunciato i primi dettagli del film, in occasione del CinemaCon di Las Vegas.

Successivamente ha offerto indiscrezioni anche per quanto riguarda la location: "Direi che potete contare sul fatto che sia da Kellerman’s”, ha detto al magazine Extra, riferendosi all’ambientazione dell'originale del 1987.

Il secondo atto arriva 35 anni dopo l’originale

approfondimento

Dirty Dancing, il sequel arriverà nel 2024

Il sequel arriverà 35 anni dopo che Grey ha recitato al fianco del compianto Patrick Swayze nell'originale. Swayze impersonava Johnny Castle, il personaggio che Baby incontra al resort di Catskills quando è un'adolescente, durante l'estate del 1963.

Secondo quanto l’attrice aveva dichiarato nel novembre del 2020 a People, il film non tenterà di ritrovare qualcosa di anche solo lontanamente simile all’incredibile chimica tra lei e Swayze. Il motivo è semplice: non è possibile ricreare quella chimica, perché l'unica persona con cui si potrebbe inscenarla nuovamente 35 anni dopo purtroppo non c'è più.

Patrick Swayze è morto nel 2009 di cancro al pancreas, all'età di 57 anni. Solamente lui avrebbe potuto affiancare nuovamente Jennifer Grey sul set del sequel per ricreare qualcosa di simile. Quindi il nuovo atto racconterà una storia del tutto diversa, senza probabilmente prescindere dal ricordo di quanto è successo 35 anni fa.

Le parole di Jennifer Grey riguardo il grande assente: il compianto Patrick Swayze

approfondimento

Patrick Swayze: le foto più belle dell'attore

"Tutto quello che posso dire è che non è possibile sostituire nessuno che non c’è più. Non si può provare a ripetere qualcosa di talmente magico", ha dichiarato Jennifer Grey a People con grande commozione nel 2020. In quell'occasione aveva spiegato che non era possibile ricreare nulla del genere, e che quindi bisognava andare verso “qualcosa di diverso”, perché non si può fare a meno di rimpiangere l'assenza di Patrick Swayze.

Il sequel

approfondimento

Dirty Dancing, Jonathan Levine sarà il regista del sequel

La stessa Grey sarà anche produttrice esecutiva del sequel. Spera di poter offrire anche alle nuove generazioni qualcosa di magico come l'originale, di cui due anni fa a People parlò in questi termini: “Il fascino del film originale era che era molto genuino e semplice. [...] So nel mio cuore che mi piacerebbe offrire ai fan o a un pubblico giovane e nuovo un'esperienza che (forse) non si può replicare, ma che ha lo stesso tipo di basi".

La pellicola dovrebbe uscire nel 2024. Jonathan Levine è stato scelto per dirigere, secondo quanto riportato dal magazine americano Variety.

Nell'aprile 2022, Jennifer Grey ha rivelato a People che il film sequel era in lavorazione già "da un paio d'anni".
Si tratta del primo progetto dell’attrice legato a quel mondo in cui lei era Frances "Baby" Houseman da quando uscì Dirty Dancing nel 1987, sebbene il film abbia generato una serie TV, un remake, un film televisivo, un musical e il film del 2004 intitolato Dirty Dancing: Havana Nights.

Al di fuori del franchise, invece, l’attrice ha recitato in altri titoli cinematografici, per esempio I maledetti di Broadway (Bloodhounds of Broadway) di Howard Brookner (1989), Wind - Più forte del vento di Carroll Ballard (1992), Oltre l'innocenza di Bill Corcoran (1996), Lover's Knot di Peter Shaner (1996) e Redbelt di David Mamet (2008), giusto per citarne alcuni. L’ultimo titolo della sua filmografia è Untogether di Emma Forrest, uscito nel 2018.

Il 3 maggio del 2022 ha dato alle stampe il suo libro autobiografico, intitolato Out of the Corner.

Il potere della danza spiegato da Frances "Baby" Houseman

approfondimento

Johnny Depp "geloso e paranoico" secondo l'ex Jennifer Grey

"Oggi le persone pensano che la loro identità sia limitata, il mondo ha detto loro cos'è. Ma ci sono alcune persone che possono vedere altre parti di te”, ha spiegato l’interprete di Frances "Baby" Houseman.
"Dirty Dancing era una fiaba, un film e una formula di successo, che usava la danza come metafora per incarnare la tua energia e uscire dalla tua testa e dai tuoi sistemi di credenze limitanti", ha aggiunto Grey.

Spettacolo: Per te