Esce “Top Gun: Maverick”: dov’eravamo rimasti con il primo film e cosa sapere sul secondo

Cinema

Federica Villa

©Webphoto

Sono passati 36 anni dal successo del primo capitolo e ora le ambientazioni cambiano, ma lo stile no. Al centro della pellicola c’è sempre Tom Cruise, il capitano Pete Mitchell chiamato questa volta ad addestrare i giovani piloti per una missione difficilissima

I giubbetti di pelle, gli occhiali da sole specchiati, la bandiera degli Usa ovunque e gli aerei da guerra che decollano e combattono lanciandosi in acrobazie ai limiti. Top Gun non è un film, ma un’icona degli Stati Uniti degli anni Ottanta (LA RECENSIONE). E ora, con il secondo capitolo, Top Gun: Maverick, a 36 anni di distanza dal primo successo, le ambientazioni cambiano, ma lo stile no. Al centro della pellicola, c’è sempre lui: Tom Cruise (60 anni il 3 luglio), il capitano Pete Mitchell (nome di battaglia Maverick, ndr).

Il nuovo film

approfondimento

Top Gun Maverick Cruise pilota elicottero con cui arriva alla première

Il film in Italia esce ufficialmente oggi, anche se c’è stata un’anteprima in alcuni cinema il 21 e il 22 maggio. La pellicola, diretta da Joseph Kosinski, ha il difficile compito di essere il sequel del film campione d’incassi diretto nel 1986 da Tony Scott. Nel nuovo capitolo Maverick, dopo più di 30 anni di servizio e senza aver rincorso promozioni, è ancora tra i migliori aviatori della Marina americana. Nonostante sia un eterno 'ribelle', gli viene affidato il compito di addestrare una squadra speciale di nuovi allievi dell’accademia Top Gun per una missione segreta e quasi impossibile. Qui incontrerà Bradley Bradshaw (Miles Teller), ‘Rooster’, figlio del suo vecchio compagno di volo Nick Bradshaw, ’Goose’, morto molti anni prima.

Tra passato e presente: i protagonisti

approfondimento

Top Gun: Maverick, Lady Gaga non convinceva Joseph Kosinski

I rimandi al primo film sono continui. Soprattutto la presenza del figlio di Goose crea un legame immediato con il passato. Goose infatti era il migliore amico e compagno di volo di Maverick: morì durante un’esercitazione e Mitchell - alla guida dell’aereo - si sentì profondamente in colpa, tanto da meditare di lasciare l’accademia di volo e il programma di addestramento per cui i due amici avevano tanto lottato. Solo all’ultimo Maverick decise di restare e adesso, 36 anni dopo, ha davanti un ragazzo che gli ricorda continuamente quel periodo difficile della sua vita. Tra i due il rapporto è teso, ma il senso del dovere li porterà a collaborare e a instaurare un legame profondo. Un volto del passato che ritorna è anche quello di Tom "Iceman" Kazansky (Val Kilmer), il nemico-amico di Maverick nel primo capitolo. Il nuovo film è stato girato dopo che Kilmer - 7 anni fa - ha ricevuto la diagnosi di cancro alla gola e dopo che ha affrontato i trattamenti di radioterapia e chemioterapia. Ha subito anche una tracheotomia che ha danneggiato in modo permanente la sua voce. Diventare di nuovo Iceman per lui è stato "come ritrovarsi con un amico perduto da tempo", ha detto. Rimangono quasi immutate anche le atmosfere. Come già in Top Gun, alle scene d’azione - che decisamente non mancano - si alternano le serate al bar e momenti più sentimentali, con qualche volto nuovo. La principale new entry è Jennifer Connelly che interpreta Penny, madre single di una figlia, che gestisce il bar dove i piloti sono soliti ritrovarsi. Metterà Maverick in crisi, prima di cedere al suo fascino.

Tom Cruise, è ancora lui il volto dell'azione

approfondimento

Cannes 2022, Tom Cruise sul red carpet per Top Gun: Maverick. FOTO

E Tom Cruise? Resta Tom Cruise. Con 36 anni in più, l’attore - famoso perché svolge da sè le scene stunt dei suoi film - è ancora il volto dell’azione. E per il secondo episodio di Top Gun non ha voluto nessuna computer graphic per simulare i voli. Anche se invecchiata, la star è indubbiamente il motore della pellicola. Lo dimostrano anche le anteprime del film, in cui è stato il protagonista. Per quella americana, è arrivato in elicottero, mentre per quella che si è tenuta a Londra, si sono mobilitati William e Kate. A Cannes gli è stato donato il riconoscimento alla carriera e un omaggio a sorpresa: mentre era sul red carpet, una formazione acrobatica dell’aviazione francese, con scie dei colori della bandiera nazionale, si è esibita in un "passaggio radente". 

Spettacolo: Per te