The Batman, il 3 marzo al cinema: l'intervista di Sky TG24 a Robert Pattinson. VIDEO

Cinema

Arriva in sala l'atteso film con Robert Pattinson nei panni di Batman. Un cast stellare per una pellicola che non deluderà i fan.

I crimini non cambiano, anzi aumentano. E così anche in questa nuova pellicola che si intitola semplicemente "The Batman", l'uomo pipistrello cercherà in tutti i modi di garantire la giustizia a Gotham City.

Questa volta, e non senza una certa pressione, tocca a Robert Pattinson vestire i doppi panni, quelli dell’eroe mascherato e quelli di Bruce Wayne.

Mentre Batman, sceso nei bassifondi, scoprirà qualcosa di misterioso sulla sua famiglia, stringerà inaspettate alleanze e incontrerà affascinanti personaggi, come ovviamente Catwoman, interpretata da Zoë Kravitz.

Ecco cosa ci hanno raccontato i due protagonisti della pellicola in sala dal 3 marzo e diretta da Matt Reeves.

 

Zoë Kravitz: “La nostra prima scena insieme è stata un combattimento, con i costumi addosso e faceva molto caldo! (Robert) aveva già girato alcune scene ma per me era la prima in assoluto per cui è stata particolarmente intensa, un pò spaventosa ma divertente. Ci eravamo esercitati alla "lotta" per circa un mese ma è stato molto bello stabilire le dinamiche tra i nostri personaggi sostanzialmente senza parlare”.

 

Robert Pattinson: “Si è vero quello che dici e riflettevo anche sul fatto che da un lato sembra una cosa accaduta molto tempo fa mentre dall’altro sembra “ieri” che eravamo sul set insieme.

 

Zoë Kravitz: “E del nostro stare sul set insieme ricordo il caldo e il sudore!!

Insomma i costumi erano aderenti, noi dovevamo muoverci molto, c’erano le luci del set…direi che è stato impegnativo!! (risata).

approfondimento

Robert Pattinson: chi erano i suoi coinquilini

Robert Pattinson: “Mi sono esercitato tanto anche sul come usare la mia voce, che ovviamente risulta falsata quando vesto i panni di Batman.

Per provare, mi alzavo di notte e registravo al cellulare qualcosa, così da sentire il suo metallico delle parole”.

 

Zoë Kravitz: “Se dovessi trovare una differenza tra me e Catwoman direi che io, non amo guidare le moto però certo ho pensato che imparare a farlo avrebbe reso giustizia al personaggio.

Il regista (Matt Reeves) era comunque molto concentrato anche sugli aspetti psicologici dei personaggi e non solo sui loro movimenti.

Trovo sia stato un approccio giusto non scindere le due cose, cioè rimanere concentrati sia sul potere dei loro costumi che sulle sfumature dei loro caratteri”.

 

Robert Pattinson: “Zoë dice bene. In genere, quando il pubblico guarda un film tratto dai fumetti, si aspetta che la trama parli di un eroe che deve salvare il mondo e non ci si concentra molto su tutto il resto o sul fatto che il personaggio possa essere “completamente spezzato” per la maggior parte del tempo.

Qui invece abbiamo una storia particolarmente intima.

Insomma sia Batman che Catwoman sono personaggi bizzarri, sono sempre stati rappresentati così anche nei fumetti.

Quando li guardi da fuori, da una prospettiva diversa capisci che questi personaggi sono "reali" e comprendi meglio le strane decisioni che prendono.

La sceneggiatura non fugge da questo e anzi cerca di abbracciare la loro complessità psicologica per capire i loro comportamenti".

 

SINOSSI

Due anni trascorsi a pattugliare le strade nei panni di Batman (Robert Pattinson), incutendo timore nel cuore dei criminali, hanno trascinato Bruce Wayne nel profondo delle tenebre di Gotham City. Potendo contare su pochi fidati alleati - Alfred Pennyworth (Andy Serkis) e il tenente James Gordon (Jeffrey Wright) - tra la rete corrotta di funzionari e figure di alto profilo della città, il vigilante solitario si è affermato come unica incarnazione della vendetta tra i suoi concittadini.

Quando un killer prende di mira l'élite di Gotham con una serie di malvagi stratagemmi, una scia di indizi criptici spinge il più grande detective del mondo a indagare nei bassifondi, incontrando personaggi come Selina Kyle / alias Catwoman (Zoë Kravitz), Oswald Cobblepot / alias il Pinguino (Colin Farrell), Carmine Falcone (John Turturro) e Edward Nashton / alias l'Enigmista (Paul Dano).

Mentre le prove iniziano a condurlo più vicino alla soluzione e la portata dei piani del malfattore diventa chiara, Batman deve stringere nuove alleanze, smascherare il colpevole e rendere giustizia all'abuso di potere e alla corruzione che da tempo affliggono Gotham City.

Spettacolo: Per te