Nanni Moretti canta Soldi di Mahmood con Margherita Buy. Il film Tre piani è a Cannes 2021

Cinema

Camilla Sernagiotto

Instagram/nannimoretti
moretti_censored

Il regista ha pubblicato sul suo profilo di Instagram un video che sta facendo il giro della rete in cui canta il brano del cantautore assieme al cast femminile del suo nuovo film, "Tre piani". E finalmente è arrivato l’annuncio ufficiale: il suo film sarà in concorso al Festival di Cannes

Nanni Moretti ha pubblicato su Instagram un video che sta facendo il giro della rete, come del resto ormai quasi tutti i contenuti postati dal mitico regista diventato super social... Un video che inoltre gli ha portato fortuna: è appena stato annunciato ufficialmente che il suo nuovo film, Tre piani, sarà in concorso al Festival di Cannes 2021 (che si terrà dal 6 al 17 luglio, con date eccezionali per la kermesse che solitamente si svolgeva a maggio). Della presenza del film di Moretti se ne parlava già insistentemente nelle ultime ore  e adesso l'ufficialità è giunta direttamente dal delegato generale, Thierry Frémaux.

La pellicola diretta da Moretti sarà in concorso, un atto "dovuto" per il regista che ha aspettato oltre un anno come atto di fedeltà a Cannes, dove ha vinto vent'anni fa la Palma d'oro per La stanza del figlio.

"Nanni paziente... credo che abbia sofferto parecchio" ha detto scherzando Thierry Frémaux.

Tornando al contenuto ormai virale che Nanni Moretti ha postato sul suo profilo di Instagram, si tratta del video in cui canta assieme al cast femminile del suo nuovo film, l'attesissimo Tre piani. La colonna sonora è la canzone Soldi di Mahmood, in verità non solo semplice colonna sonora ma semmai vera e propria protagonista. Infatti Moretti e le sue attrici si cimentano nel canto delle varie strofe del brano, rendendolo la materia prima del video. Plasmata ad arte da ciascuno di loro.

Margherita Buy, Alba Rohrwacher, Elena Lietti e Denise Tantucci si uniscono al coro, dando il la (letteralmente) a un racconto musicale in cui interpretazione attoriale e canora si legano indissolubilmente.

E, benché le doti canore di Nanni Moretti siano ben lungi dall'essere degne del palco dell'Ariston, il suo video sta riscuotendo un'accoglienza davvero calorosa.
"Come si fa a non voler bene a quest'uomo?"; "Vi amo" e "Genio" sono solo alcuni dei tantissimi commenti che questo gioiellino sta collezionando sul social network.

Il video è corredato dalla didascalia "La sera della prima" ed è arrivato qualche ore fa, quasi per ingannare l'attesa dell’annuncio ufficiale della partecipazione del film al Festival di Cannes. E alla fine ha portato davvero fortuna: Tre piani sarà in concorso!

Il nuovo film di Nanni Moretti, Tre piani

approfondimento

Nanni Moretti annuncia su Instagram l'uscita del suo film "Tre piani"

Tre piani è tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore israeliano Eshkol Nevo.

Si tratta quindi del primo film di Nanni Moretti che è un adattamento di un'altra opera: per la primissima volta nella filmografia da tredici titoli del regista di Caro diario, Bianca, Palombella rossa e Habemus Papam, tra gli altri, non si tratta di un soggetto originale ma di una sceneggiatura, che Moretti firma assieme a Federica Pontremoli e Valia Santella.

Il romanzo originale ambienta la storia Tel Aviv mentre la versione cinematografica firmata da Moretti si sposta in Italia, a Roma.


Come l'eloquente titolo fa immediatamente intuire, Tre piani racconta la storia (anzi: le storie, concatenate) di tre famiglie che vivono in tre appartamenti, ciascuno situato su un piano differente dello stesso condominio.

Un racconto che ha come cornice un classico escamotage letterario, come ci insegna George Perec e il suo La vita, istruzioni per l'uso (l'iperromanzo - come lo definì Calvino - del 1978 che narra la vita dei tanti abitanti di Rue Simon-Crubellier 11, descrivendo il cuore pulsante di un caseggiato di 10 piani, 10 stanze per piano. "Immagino uno stabile parigino cui sia stata tolta la facciata... in modo che, dal pianterreno alle soffitte, tutte le stanze che si trovano sulla parte anteriore dell'edificio siano immediatamente e simultaneamente visibili", disse l'autore circa il suo esperimento letterario che nel 1978 gli valse il Prix Médicis).

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.