Brutte notizie per i fan dei film sui supereroi: il Comic-Con sarà virtuale anche nel 2021

Cinema

Camilla Sernagiotto

©Getty

Chi ama i film della Marvel, le pellicole tratte da fumetti e tutto ciò che rientra nel magico mondo della convention annuale dell'intrattenimento in salsa comics targata San Diego non sarà felice di sapere che bisognerà aspettare il 2022 per tornare a godersi l’evento in presenza. Ma è necessario per contenere il contagio quindi armiamoci non solo di martello di Thor ma anche di pazienza

I fan del Marvel Cinematic Universe (la serie di film di supereroi basati sui personaggi apparsi nei fumetti Marvel Comics e prodotti dai Marvel Studios così in voga negli ultimi tempi) non saranno felici di apprendere la notizia: il Comic-Con sarà virtuale anche nel 2021.

 

La ormai mitica convention annuale dell'intrattenimento in salsa comics e supereroi targata San Diego sceglierà anche per il 2021 la formula pandemica, ossia quella digitale. Per tornare a godersi l’evento in presenza, bisognerà aspettare il 2022 (almeno così si spera).

La pandemia ha costretto l’annullamento o il rinvio dei grandi eventi caratterizzati da un’affluenza notevole di pubblico, motivo per cui la più grande manifestazione per appassionati di fumetti, videogame, film e serie TV legate al mondo comics ha scelto - coscienziosamente - una fruizione ancora da remoto.

 

Lo scorso luglio l’edizione 2020 è stata ribattezzata con il nome di Comic-Con@Home, evento tutto in rete con un palinsesto ricchissimo di presentazioni, novità, round table, conferenze e appuntamenti digitali. È stata la primissima volta dal suo anno di esordio, il 1970, che il Comic Con non ha avuto la solita celebrazione in presenza. E usiamo il termine celebrazione non a sproposito: per chi ama i fumetti e tutto ciò che gravita attorno a quel mondo, questo è un vero e proprio rito da celebrare.

 

Per questo motivo le speranze di un ritorno fisico nel 2021 erano moltissime tuttavia nelle scorse ore è arrivata la conferma che la scelta cadrà ancora su un formato virtuale. Scelta dolorosa, sì, ma coscienziosa, necessaria e quindi da accettare senza riserve. Armiamoci quindi non solo del martello di Thor, come ogni cosplayer che si rispetti, ma anche di tanta pazienza...

La decisione di un Comic-Con ancora virtuale

approfondimento

San Diego Comic-Con: l'edizione 2020 virtuale

“Abbiamo preso l’ardua decisione di posporre il Comic-Con come un evento fisico alle date del 2022, e anche quest’anno lo celebreremo gratis e online con il Comic-Con@Home”, hanno affermato gli organizzatori in un comunicato ufficiale sul sito dell’evento.

“Anche se siamo incoraggiati dalla diffusione del vaccino e dal crescente numero di persone a cui è stato somministrato, luglio appare ancora troppo presto per organizzare in sicurezza un evento in presenza”.

 

Un doppio annuncio, quello della scelta digitale in primis e anche lo slittamento delle date: dal 20 si passa al 24 luglio 2022 (e i biglietti acquistati per il 2020 saranno ricollocati in automatico per queste nuove date).
Anzi, un triplo annuncio dato che si parla anche di una probabile celebrazione dell’universo comics a novembre 2021, i cui dettagli sarebbero però ancora in fase di definizione.

La rassegna virtuale e l’evento WonderCon@Home

approfondimento

Lucca Comics diventa Lucca Changes

A luglio 2021 ci sarà per la seconda volta la rassegna online @Home.

Il 26 e 27 marzo è previsto invece, sempre online, l’evento WonderCon@Home, un’altro adattamento digitale della convention che di solito (in tempi pre-pandemia) si tiene ad Anaheim. La stessa sorte già toccata al Lucca Comics and Games che, dopo aver tanto sperato in un’ibridazione di eventi digitali e live, ha poi dovuto arrendersi a un’edizione solo virtuale, ribattezzata Lucca Changes.

I film del Marvel Cinematic Universe

approfondimento

Spike Lee non esclude la possibilità di dirigere un film Marvel

Pane per i denti dei fan del Comic-Con sono chiaramente i film del Marvel Cinematic Universe.

Si tratta della serie di film di supereroi basati sui personaggi nati sulle pagine dei più amati fumetti della Marvel. E, proprio come succede nella versione cartacea del fumetto, anche sullo schermo i film condividono ambientazioni e alcuni personaggi che fanno da fil rouge tra un progetto e l’altro.

Il primo film è stato Iron Man (2008), distribuito dalla Paramount Pictures (che ha distribuito pure Iron Man 2, Thor e Captain America - Il primo Vendicatore).

L'incredibile Hulk del 2008 è stato invece distribuito dagli Universal Studios. A partire da The Avengers (2012), ultima pellicola della cosiddetta  "Fase Uno" (per il Marvel Cinematic Universe si parla di quattro fasi, è appena iniziata la quarta), i titoli del franchise sono distribuiti dai Walt Disney Studios Motion Pictures (eccezion fatta per quelli di Spider-Man, distribuiti da Sony Pictures Entertainment).

Dopo le prime tre fasi (fortunatissime), siamo entrati nella quarta (che si preannuncia non da meno). In questa sono previsti, tra gli altri, Black Widow, Eternals e Spider-Man: No Way Home nel 2021. L’anno seguente invece vedremo sullo schermo Doctor Strange in the Multiverse of Madness, Thor: Love and Thunder, Black Panther II, Captain Marvel 2 e Ant-Man and the Wasp: Quantumania.

Si parla già di 2023, con titoli come Guardiani della Galassia Vol. 3 per il 2023 e Fantastic Four. Speriamo che, almeno per allora (il 2023), si possa ritornare a parlarne tra appassionati al Comic-Con, in presenza e senza quell’ormai odioso @Home nel titolo (odioso perché indissolubilmente legato all’emergenza sanitaria che ha stravolto le nostre vite, sconvolgendo le cose importanti così come quelle più facete, come gli eventi di intrattenimento).

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.