John Carpenter: il maestro dell’horror sta per tornare dietro alla macchina da presa?

Cinema

Camilla Sernagiotto

©Getty
LOS ANGELES, CA - OCTOBER 17:  Director/screenwriter John Carpenter signs copies of his new book, 'John Carpenter's Tale For A Halloween Night' at Barnes & Noble at The Grove on October 17, 2015 in Los Angeles, California.  (Photo by Imeh Akpanudosen/Getty Images)

Il mitico regista di capolavori come Halloween, 1997: Fuga da New York e Grosso guaio a Chinatown da undici anni si dedica a tempo pieno alla musica e non più allla settima arte. Ma ha appena rivelato che il grande schermo lo sta tentando di nuovo...

John Carpenter potrebbe finalmente tornare a sedersi sulla sedia da director, è quanto il regista stesso ha appena fatto intendere, con un messaggio tra le righe che i fan sperano si riveli molto eloquente...


Durante un’intervista a The Daily Beast, il maestro dell’horror (e non sol)o ha ammesso che sta ricominciando a sentire una forte attrazione per quello che è stato il suo primo grande amore: la settima arte appunto. Dopo un decennio in cui Carpenter non ha toccato la macchina da presa, dedicandosi completamente alla musica, forse prossimamente lo rivedremo armeggiare con il ciak.

 

Alla domanda del giornalista sull’eventualità di vederlo ancora dirigere un film, il “padre” di capolavori come Halloween, 1997: Fuga da New York e Grosso guaio a China Town ha risposto con le seguenti parole.

 

«Sì, potreste rivedermi! Sto lavorando a un paio di cose... Ma per un po’ di tempo non farò nulla, almeno fino a quando il mondo non ritornerà come prima e non si rimetterà in sesto. Adesso è un momento davvero pazzo e io non ho intenzione di uscire e ammalarmi».

John Carpenter: regista cult per antonomasia

approfondimento

1997: Fuga da New York: ci sarà un remake di Robert Rodriguez?

Oggi 73enne, John Carpenter è uno dei registi più idolatrati della storia del cinema. La sua filmografia di genere l’ha consacrato a maestro non solo dell’orrore ma anche di fantascienza e del genere d'azione.

Tra i suoi titoli più celebri ci sono Dark Star (1974), Halloween - La notte delle streghe (1978), 1997: Fuga da New York (1981), La cosa (1982), Christine - La macchina infernale (1983), Grosso guaio a Chinatown (1986), Essi vivono (1988), Il seme della follia (1994) e Fantasmi da Marte (2001).

Nella sua carriera da cineasta è passato dal genere horror di Halloween a quello fantascientifico de La cosa fino a toccare anche il cinema delle arti marziali (non c'è nemmeno da specificarlo ma a onor di cronaca lo facciamo comunque: Grosso guaio a Chinatown). Ha convinto ogni volta il pubblico grazie a uno sguardo originale e assolutamente non convenzionale che è sempre riuscito a offrire attraverso l’obiettivo.

 

Il suo ultimo lungometraggio, The Ward – Il reparto con Amber Heard, risale all’ormai lontanissimo 2010: sono più di dieci anni che il regista ha smesso la sua veste numero uno, con grande rammarico dei fan.

La carriera musicale di John Carpenter

approfondimento

Ennio Morricone, le colonne sonore più belle del maestro FOTO

In questo decennio lontano dalla cinepresa non è che Carpenter sia stato in panciolle a godersi la vita da pensionato. La sua vocazione artistica non ha mai cessato di fargli ardere quella passione per la creatività, anzi. Semplicemente però l’ha manifestata in un altro campo: quello dominato non dal copione ma dallo spartito.


In questi undici anni lontano dal cinema si è dedicato principalmente alle sette note e il 5 febbraio uscirà il suo quarto album in studio (quinto se si considera il remix del primo disco, Lost Themes). Questa sarà la volta di Lost Themes III: Alive After Death.
Già prima di darsi alla musica a tempo pieno, John Carpenter aveva composto gran parte delle colonne sonore dei suoi lavori cinematografici.

 

Il 2015 è l'anno in cui ha incominciato a pubblicare dischi, il primo dei quali è stato Lost Themes, seguito l’anno seguente da Lost Themes II.
Nel 2017 ha dato alle stampe Anthology: Movie Themes 1974-1998, terza fatica discografica, e tra pochi giorni arriverà l’attesissimo Lost Themes III: Alive After Death. Si spera assieme all’ancor più atteso suo prossimo film...

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.