Venezia, Anna Foglietta: "Questa edizione può diventare un modello internazionale "

Cinema

La madrina della Mostra racconta a Sky TG24  le sue emozioni nel presentare  un festival così unico, con la speranza che questa edizione  possa diventare un esempio per le future manifestazioni

Un'edizione unica

approfondimento

"Amo definire questa edizione della Mostra Venezia Zero. Un’edizione che non somiglia a nessuna delle precedenti.  E mi auguro con tutto il mio cuore che non assomigli a nessuna di quelle che la seguiranno. È stato un esperimento.  Per portarla a compimento c’è voluto tanto coraggio, tanta forza, tenacia, speranza e anche un certo spirito visionario. Quindi, grazie al direttore Alberto Barbera e al presidente della Biennale Roberto Cicutto che hanno realizzato qualcosa che può diventare un modello internazionale".

L'emozione di essere la madrina della Mostra

approfondimento

Venezia 77 - Il giorno di "Amants" e di Pedro Almodovar

“È come prima di un debutto. Quando sei dietro le quinte e ti dici ma perché ho accettato. Non lo voglio fare. Poi quando sei in ballo ti godi ogni singolo istante. È molto bello essere qui. All’inizio ero emozionata e preoccupata perché non sapevo come avrei potuto trasformare le mie emozioni in modo da trasmettere empatia, allegria, voglia di fare.  Il cinema è anche questo. E la Mostra di Venezia è sempre stata una bellissima festa. È importante trasmettere questa emozione anche al pubblico.”

Il discorso della cerimonia di apertura

approfondimento

Festival del Cinema di Venezia, la cerimonia di apertura in streaming

“Certo, non posso anticipare cosa dirò domani al pubblico. Ma chi mi segue sa quali sono i temi fondamentali per me, come donna prima che come artista. Parlerò dell’essere umano che ha vissuto questo lockdown e dell’essere umano in prospettiva. Ovviamente ringrazierò le persone che hanno contribuito a rendere straordinaria questa edizione e ricorderò tutte le vittime del Covid. Mi sembra doveroso. Onoriamo la vita attraverso chi ha sacrificato la propria.”

Tornare al cinema

Questa edizione è importante anche per questo motivo. E come se noi fossimo una grande madre che deve accompagnare i propri figli a scuola. Il cinema è la scuola. Il pubblico sono i nostri figli. Noi artisti dobbiamo trasferire la voglia e l’entusiasmo di far tornare le persone al cinema. Si può fare.  La sala è un importante momento di condivisione. I film da vedere ci sono. 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.