The Inventor, Daisy Ridley nel film d'animazione su Leonardo da Vinci

Cinema

Daisy Ridley in un nuovo film d’animazione dopo “Peter Rabbit”. Un film in stop-motion in uscita nel 2023

Daisy Ridley, nota al mondo per il ruolo di Rey nell’ultima trilogia di “Star Wars”, prenderà parte con Stephen Fry a un nuovo film d’animazione dedicato alla figura di Leonardo da Vinci. Il film si intitola “The Inventor”.

Una pellicola già molto attesa, realizzata in stop-motion, diretta e scritta da Jim Capobianco, vincitore di un Oscar per “Ratatouille”. La voce del protagonista, ovvero di Leonardo da Vinci, sarà proprio quella di Stephen Fry. Quella di Daisy Ridley invece darà vita alla principessa francese Marguerite. Il film seguirà le avventure dell’inventore, sempre a caccia di nuove scoperte, dopo l’addio all’Italia e l’arrivo nella corte di Francia. Una svolta importante per lui, considerando la libertà assoluta di sperimentare, inventando macchinari incredibili e studiando il corpo umano.

approfondimento

I 30 migliori film d’animazione

Si ritrova al fianco la principessa Marguerite, che scatenerà in lui la domanda più importante di tutte: qual è il senso di tutto? Questo atteso lavoro in stop-motion prenderà parte alla prossima Marché di Cannes, prevista per la prossima settimana. Un progetto da ben 10 milioni di dollari. L’inizio dei lavori è previsto per agosto 2021 e non arriverà nelle sale prima del 2023. Ad oggi la consegna prevista è per la primavera di quell’anno. Uno sguardo al futuro dunque, con Daisy Ridley che sta lavorando duramente per lasciarsi alle spalle l’universo narrativo di “Star Wars”, facendosi apprezzare per altre tipologie di ruoli. Una situazione alquanto comune con franchise di tale portata. Basti pensare a Chris Evans, che ha detto del tutto addio al personaggio di Captain America, dedicandosi ad altre pellicole e serie TV. 

The Inventor
@mk2 Films - Deadline

Daisy Ridley, non solo Star Wars

approfondimento

I migliori film d'animazione italiani

Nata nel 1992, Daisy Ridley ha soltanto 28 anni eppure vanta già una soddisfacente carriera. È indubbio come la sua vita sia cambiata di punto in bianco nel 2015. Ha infatti ottenuto la parte di Rey per il lancio della nuova trilogia di “Star Wars” che, come quella prequel, è stata presa d’assalto dai fan. Un periodo tutt’altro che facile per lei, che ha dovuto gestire molta rabbia sui social indirizzata a lei, al suo personaggio e in generale alla trama dei tre capitoli. 

Non c’è alcun modo di vederla tornare in quei panni in futuro. L’attrice lo ha più volte chiarito. Due anni dopo aver visto in sala “Il risveglio della Forza”, eccola tra i protagonisti di “Assassinio sull’Orient Express”. Una riscrittura del classico di Agatha Christie, diretto e interpretato da Kenneth Branagh. Una pellicola dal ricco cast, con Penelope Cruz, Willem Dafoe, Judi Dench, Johnny Depp, Josh Gad, Derek Jacobi, Michelle Pfeiffer e Olivia Colman.

Un film importante, che ha aiutato i fan a vederla in altri abiti fin da subito. Lo stesso è accaduto dopo “Gli ultimi Jedi”, avendo recitato come protagonista in “Ophelia”. Non è la prima volta che si cimenta col mondo del doppiaggio, tutt’altro. L’universo di “Star Wars” le ha dato questa possibilità svariate volte. Al di là della celebre saga però ha prestato la sua voce per “Peter Rabbit” e “Peter Rabbit 2”.

Spettacolo: Per te