Critics' Choice Awards 2020, C'era una volta a Hollywood miglior film. Ecco i vincitori

Critics' Choice Awards 2020
@Getty Images

Dal cinema alla televisione, ecco tutti i vincitori dei Critics’ Choice Awards, che tracciano la strada per gli Oscar 2020

Come ogni anno, in questo periodo sono svariati i premi assegnati per cinema e televisione. Gli ultimi in ordine temporale sono stati i Critics’ Choice Awards, che hanno ovviamente visto una vera e propria sfilata di stelle, in sala come sul palco.

Critics’ Choice Awards, tutti i vincitori

Una lunga lista di attori di grande livello si è confrontata per il premio come miglior attore protagonista: Antonio Banderas con “Dolor y Gloria”, Robert De Niro con “The Irishman”, Leonardo DiCaprio con “C’era una volta a Hollywood”, Adam Driver con “Storia di un matrimonio”, Eddie Murphy con “Dolemite is my name”, Adam Sandler con “Uncut Gems” e Joaquin Phoenix con “Joker”.

Un lungo elenco ma con un solo favorito. Il successo di Phoenix è stato quasi scontato. La sua prova nei panni del celebre villain di Gotham City, mostrato in questa pellicola agli albori della propria evoluzione, gli ha già consentito di trionfare ai Golden Globe e, ad oggi, l’Oscar sembra quasi un’assegnazione scontata in questa categoria.

Difficile attendersi sorprese anche per la categoria miglior film. Ottimi titoli in gara, alcuni dei quali ancora non giunti in sala in Italia. Basti pensare a “1917”, mentre “Jojo Rabbits” ha fatto il suo esordio nel nostro Paese proprio in questi giorni. Ecco l’elenco completo dei candidati: “1917”, Le Mans ’66 – La grande sfida”, “The irishman”, “Jojo Rabbit”, “Joker”, “Piccole donne”, “Storia di un matrimonio”, “C’era una volta a Hollywood”, “Parasite” e “Uncut Gems”.

Ha trionfato ancora Quentin Tarantino, il cui ultimo film è stato premiato con ben quattro riconoscimenti. Si tratta dei premi come miglior film, miglior sceneggiatura, miglior scenografia e miglior attore non protagonista. Quest’ultimo è stato assegnato a Brad Pitt, che fa doppietta dopo i Golden Globe. L’attore non era però presente alla cerimonia, avendo la meglio su Willem Dafoe, Tom Hanks, Anthony Hopkins, Al Pacino e Joe Pesci.

Dura battaglia anche per la categoria miglior attrice protagonista, che ha visto in corsa le seguenti interpreti: Awkwafina con “The Farewell – Una bugia buona”, Cynthia Erivo con “Harriet”, Scarlett Johansson con “Storia di un matrimonio”, Lupita Nyong’o con “Us”, Saoirse Ronan con “Piccole donne”, Charlize Theron con “Bombshell” e Renée Zellweger con “Judy”. A trionfare è stata quest’ultima, grazie alla sua toccante interpretazione, in una pellicola che racconta la storia disperata degli ultimi mesi di vita di Judy Garland.

Ecco tutti i vincitori nelle altre categorie:

  • Miglior attrice non protagonista: Laura Dern con “Storia di un matrimonio”
  • Miglior giovane attore/attrice: Roman Griffin Davis, Jojo Rabbit
  • Miglior cast: “The Irishman”
  • Miglior regia: “Bong Joon Ho con “Parasite” e Sam Mendes con “1917”
  • Miglior film d’animazione: “Toy Story 4”
  • Miglior commedia: “Dolemite is my name”
  • Miglior film Sci-Fi o Horror: “Us”
  • Miglior sceneggiatura non originale: Greta Gerwig con “Piccole donne”
  • Miglior fotografia: Roger Deakins con “1917”
  • Miglior montaggio: Lee Smith con “1917”
  • Migliori costumi: Ruth E. Carter con “Dolemite is my name”
  • Miglior trucco e acconciatura: “Bombshell”
  • Migliori effetti speciali: “Avengers: Endgame”
  • Miglior film straniero: “Parasite”
  • Miglior canzone: “Glasgow (No place like home” per “Wild Rose” e “(I’m Gonna) Love me again” per “Rocketman”
  • Miglior Colonna Sonora: Hildur Guðnadóttir per “Joker”
  • Miglior serie tv drama: “Succession”
  • Miglior attore in una serie tv drama: Jeremy Strong per “Succession”
  • Miglior attrice in una serie tv drama: Regina King per “Watchmen
  • Miglior attore non protagonista in una serie tv drama: Billy Crudup per “The Morning Show”
  • Miglior attrice non protagonista in una serie tv drama: Jean Smart per “Watchmen”
  • Miglior serie tv comedy: “Fleabag”
  • Miglior attore in una serie tv comedy: Bill Hader per “Barry”
  • Miglior attrice in una serie tv comedy: Phoebe Waller-Bridge per “Fleabag”
  • Miglior attore non protagonista in una serie tv comedy: Andrew Scott per “Fleabag”
  • Miglior attrice non protagonista in una serie tv comedy: Alex Borstein per “Mrs Maisel”
  • Migliori mini serie: “When They See Us”
  • Miglior film per la tv: “El Camino: A Breaking Bad Movie”
  • Miglior attore protagonista in una mini serie o film per la tv: Jharrel Jerome per “When They See us”
  • Miglior attrice protagonista di una mini serie o film per la tv: Michelle Williams per “Fosse/Verdon”
  • Miglior attore non protagonista in una mini serie o film per la tv: Stellan Skarsgard per “Chernobyl”
  • Miglior attrice non protagonista in una mini serie o film per la tv: Toni Collette per “Unbelievable”
  • Miglior serie animata: “BoJack Horseman”
  • Miglior talk show: “The Late Late Show with James Corden” e “Late Nigh with Seth Meyers”
  • Miglior speciale comico: Live in Front of a Studio Audience: Norman Lear’s All in the Family and The Jeffersons.