“Finché morte non ci separi”, il cast del film

Finché morte non ci separi

Mixando sapientemente horror, commedia e thriller, il primo lungometraggio di Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett ha ricevuto il plauso di pubblico e critica

Nelle sale italiane dal 24 ottobre, “Finché morte non ci separi” è il nuovo film di Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett, fino ad oggi firma di cortometraggi e di serie tv. È un horror, ma è anche un thriller e una commedia. 

Presentato in anteprima mondiale al Fantasia International Film Festival, ha sin da subito registrato i consensi di critica e pubblico, incassando fino ad oggi 52 milioni di dollari a fronte dei soli 6 spesi per la sua produzione.

“Finché morte non ci separi”: il cast

Protagonista di “Finché morte non ci separi” è Samara Weaving, attrice e modella di Adelaide (Australia). Dopo un esordio in soap opere locali, nel 2013 debutta sul grande schermo in “Mystery Road” al fianco dello zio Hugo Weaving (noto per i suoi ruoli nella trilogia “Matrix” e ne “Il Signore degli Anelli”) . Nel 2017 è la protagonista dell’horror “La babysitter”, dal 2017 al 2019 è nel cast della serie tv “SMILF” di Showtime.

Nel film, Samara / Grace è sposata con Alex, che nella vita vera ha il volto di Mark O’Brien, attore e regista canadese. Tra i suoi film più celebri troviamo “Arrival” di Denis Villeneuve, “Darkest Minds” di Jennifer Yuh Nelson e “The Front Runner - Il vizio del potere” di Jason Reitman. Nel 2019, oltre che con “Finché morte non ci separi” è al cinema anche con “Storia di un matrimonio” di Noah Baumbach, con protagonista Scarlett Johansson

Nel cast anche volti noti come quello di Andie MacDowell e di Adam Brody. La prima, tra le più note testimonial di campagne pubblicitarie (L’Oréal su tutte), ha debuttato come attrice nel 1984 in “Greystoke - La leggenda di Tarzan, il signore delle scimmie” e ha recitato in film di successo come “Sesso, bugie e videotape” di Steven Soderbergh, “Green Card - Matrimonio di convenienza” e “Quattro matrimoni e un funerale”. Adam è invece il celebre Seth Cohen di “The O.C.” e ha preso parte - tra gli altri - a “Mr. & Mrs. Smith” con Angelina Jolie e Brad Pitt, “Thank You for Smoking”, “Jennifer’s Body” e “Shazam!”.

“Finché morte non ci separi”: la trama

Grace (Samara Weaving) è la giovane moglie di Alex (Mark O’Brien), erede della ricca famiglia Le Domas, leader nella produzione di giochi da tavolo. Durante la prima notte di nozze, viene invitata a partecipare ad una tradizione di famiglia, che chiede a tutti i nuovi arrivati di prendere parte ad un gioco.  

Il nascondino, tuttavia, si rivela un’inquietante caccia all’uomo: i Le Domas credono che se il nuovo arrivato non viene ucciso prima dell’alba, allora una terribile maledizione colpirà la loro famiglia. Riuscirà Grace a restare in vita?

È un film strano, “Finché morte non ci separi”. Un film che sa essere insieme divertente e terrificante, e che annovera un’attrice che - seppure non di lunghissima esperienza - si rivela estremamente convincente.