The Rider: trama, trailer, cast del film

The Rider

Nessun attore professionista, ma solo cowboy Lakota nei panni di loro stessi: “The Rider - Il sogno di un cowboy” è un western contemporaneo che racconta una storia vera

Secondo lavoro di Chloé Zao dopo il drammatico “Songs My Brothers Taught Me”, “The Rider - Il sogno di un cowboy” è un western delicato e contemporaneo dai tratti documentaristici, uscito negli Stati Uniti nel 2018 e premiato con numerosi riconoscimenti nei più importanti festival del cinema.

Girato nel South Dakota, e amato dalla critica, è nelle sale italiane dal 29 agosto

“The Rider - Il sogno di un cowboy”: la trama

Brady è un ex cowboy di umili origini, che vive col padre Wayne e con la sorella Lilly, affetta dalla sindrome di Asperger. Un tempo astro nascente del mondo dei rodei, il ragazzo è costretto a fare i conti con una ridotta mobilità della mano destra e con frequenti convulsioni, conseguenze di un danno cerebrale subito nel corso di un incidente di gara.

Intimato dai medici a non gareggiare più, Brady fa spesso visita all’amico Lane, vittima di un incidente ancor più grave e ospite di una casa di cura. La sua vita è scandita dalla perenne assenza di denaro, col padre che sperpera i pochi soldi nel gioco e nell’alcol (tanto da arrivare a vendere l’amato cavallo Gus).

Commesso per necessità, cowboy nell’animo, Brady decide di tornare a gareggiare quando Apollo - cavallo regalatogli dal padre - viene soppresso a seguito di un gravissimo incidente ad una zampa. Ma, mentre sta per partecipare ad un rodeo che potrebbe ucciderlo, vede il padre e la sorella sugli spalti. In quel momento qualcosa in lui cambia, e gli permette di capire che è l’amore per la sua famiglia la vera salvezza.

“The Rider - Il sogno di un cowboy”: il trailer

Basato su di una storia vera, “The Rider - Il sogno di un cowboy” ha un cast d’eccezione. Tutti gli attori sono Lakota, tribù di nativi americani conosciuti anche come Teton Sioux. E, tutti, interpretano la parte di se stessi. Perché questa è una storia reale. La storia di Brady, cowboy e talento dei rodei costretto a rinunciare ai suoi sogni a seguito di un grave incidente.

Insignito con l’Art Cinema Award al Festival di Cannes nel 2017, il film ha ottenuto il plauso della critica per la sua storia, per il modo in cui è recitato da attori non professionisti, e per la precisione e la delicatezza con cui la regista descrive eventi e personaggi.

“The Rider - Il sogno di un cowboy”: il cast

Non vi sono attori professionisti, in “The Rider - Il sogno di un cowboy”: basato sulla storia vera di Brady Jandreau, vede Brady nei panni di se stesso (sebbene nel film il cognome sia diverso), così come recitano nella parte di se stessi il padre Tim e la sorella Lily.

Per girare il film, Chloé Zao - che ha incontrato Brady nella riserva indiana di Pine Ridge durante le riprese di “Songs My Brothers Taught Me” - ha a lungo osservato i cowboy Lakota, che proprio attorno alla passione per i cavalli hanno costruito la loro vita. Il risultato è un film che somiglia ad un documentario, che è delicato e poetico, che commuove ed emoziona.