I migliori film di Cristiana Capotondi

Tra i volti più amati del cinema italiano, Cristiana Capotondi ha all’attivo decine di film e serie tv: ecco i ruoli più importanti della sua carriera

Cristiana Capotondi: Le foto più belle

Attrice romana classe 1980, Cristiana Capotondi esordisce nel 1993 al fianco di Massimo Dapporto nella serie tv “Amico Mio”; arriva al cinema due anni dopo con “Vacanze di Natale ‘95”, accanto a Massimo Boldi e Luke Perry. La sua è una filmografia ricchissima: dalle commedie ai film drammatici sino alle biografie, la Capotondi (a dispetto della giovane età) è una tra le più prolifiche e apprezzate attrici italiane. 

Laureata in Scienze della Comunicazione all’Università La Sapienza di Roma, è stata candidata ai David di Donatello per i suoi ruoli in “Notte prima degli esami” e in “La kryptonite nella borsa” ed è - dal 2018 - vicepresidente della Lega Pro. Dopo lunghe relazioni con Nicolas Vaporidis e Primo Reggiani, dal 2006 è legata all’imprenditore ed ex conduttore tv Andrea Pezzi. Nel 2018 è stata diretta da Marco Tullio Giordana nel film Nome di Donna, pellicola che affronta il tema delle molestie sulle donne nel mondo del lavoro. Nel 2019, invece , Cristiana ha recitato in Attenti al Gorilla, insieme a Frank Matano

Ma vediamo quali sono i migliori film che Cristiana Capotondi ha interpretato.

Notte prima degli esami (2006)

Commedia italiana diretta da Fausto Brizzi, “Notte prima degli esami” racconta la vigilia della maturità di un gruppo di ragazzi, sul finire degli anni Ottanta. Il protagonista è Luca Molinari (Nicolas Vaporidis), innamorato di Claudia (Cristiana Capotondi) e terrorizzato dal professor Martinelli (Giorgio Faletti), da lui soprannominato “La Carogna” e presente nella commissione d’esame. Divertente e un po’ malinconico grazie anche alla colonna sonora di Antonello Venditti, è questo il film che fa conoscere Cristiana Capotondi al grande pubblico.

La passione (2010)

Commedia drammatica presentata alla 67ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, “La Passione” di Carlo Mazzacurati racconta le avventure di Gianni Dubois (Silvio Orlando), regista in crisi costretto a dirigere in un piccolo paese della Toscana una rappresentazione della Passione di Gesù. Le vecchie tubature della sua casa hanno rovinato la chiesa adiacente, col suo affresco del Cinquecento. E, il Comune, lo obbliga a farsi carico di quella direzione in cambio di una non denuncia alla Soprintendenza dei Beni Culturali. Cristiana Capotondi è Flaminia Sbarbato, starlette televisiva del momento desiderosa di fare un film con lui.

La kryptonite nella borsa (2011)

Commedia drammatica diretta da Ivan Cotroneo, “La kryptonite nella borsa” è tratta da un romanzo dello stesso Cotroneo, qui al suo esordio nella regia. Ambientato nella Napoli degli anni Settanta, racconta le vicende di una famiglia bizzarra, la famiglia Sansone: mamma Rosaria (Valeria Golino) è depressa per via dei tradimenti del marito commerciante (Luca Zingaretti), che prova a distrarre dal silenzio della mamma il figlio di 9 anni, Peppino (Luigi Catani), regalandogli tre pulcini da allevare. Cristiana Capotondi è Titina, la zia hippie, che - insieme al marito Salvatore (Libero De Rienzo) - coinvolge Peppino tra feste in discoteca e manifestazioni femministe.

Il peggior Natale della mia vita (2012)

Ne “Il peggior Natale della mia vita” di Alessandro Genovesi, Cristiana Capotondi è Margherita, fidanzata di Paolo (Fabio De Luigi). Incinta al nono mese, Margherita costringe il compagno a trascorrere il Natale con la sua famiglia: con loro c’è Benedetta (Laura Chiatti), figlia di Alberto (Diego Abatantuono) e amica d’infanzia di Margherita. Tra esilaranti gag e la straordinaria comicità di De Luigi, Paolo fa credere che Alberto sia morto per colpa sua: le risate non si contano.

La mafia uccide solo d’estate (2013)

Commedia drammatica diretta e interpretata da Pierfrancesco Diliberto, che i più conoscono come Pif, “La mafia uccide solo d’estate” ricostruisce, con toni paradossali e ironici, le sanguinose attività di Cosa Nostra a Palermo tra gli anni Settanta e gli anni Novanta, attraverso i ricordi d’infanzia del protagonista Arturo. Cristiana Capotondi è Flora Guarneri, figlia di un facoltoso banchiere e nuova compagna di scuola di Arturo, della quale lui si innamora.

Un ragazzo d'oro (2014)

Scritto e diretto da Pupi Avati, “Un ragazzo d’oro” vede Cristiana Capotondi recitare al fianco di Riccardo Scamarcio (ma nel cast c’è persino Sharon Stone). I due interpretano una coppia di fidanzati, Davide e Silvia, che vivono a Milano dove lui - creativo pubblicitario - coltiva il sogno di scrivere un libro. Alla morte del padre, Davide torna a Roma dove incontra Ludovica (Sharon Stone), un’editrice a cui il papà si era rivolto per la sua autobiografia.

Tommaso (2016)

Scritto, diretto e interpretato da Kim Rossi Stuart, “Tommaso” ruota attorno alla figura di Tommaso che, dopo una lunga storia, riesce a farsi lasciare dalla fidanzata Chiara (Jasmine Trinca). Attore giovane, bello, gentile e romantico, in nome della libertà ritrovata si infila però in storie che finiscono dolorosamente. Cristiana Capotondi è Federica, una tra le tante donne che Tommaso incontra nel suo cammino.

7 minuti (2016)

Film diretto da Michele Placido e ispirato ad una storia realmente accaduta in Francia, “7 minuti” racconta la vicenda di un’azienda tessile acquisita da una multinazionale straniera, che non minaccia licenziamenti ma chiede alle operaie di firmare una clausola che riduce la pausa pranzo di 7 minuti. Cristiana Capotondi è Isabella, una delle operaie.