Searching, un thriller "a misura di schermo"

Searching
Searching

Sabato 15 giugno alle 21.15 su Sky Cinema Uno va in onda in prima tv lo stupefacente thriller che si svolge esclusivamente sullo schermo di computer e smartphone.

Le nuove tecnologie stanno modificando non solo le nostre vite, ma anche il modo che hanno i cineasti di fare cinema. Di recente, uno splendido esempio in questo senso è arrivato da Searching di Aneesh Chaganty, pellicola prodotta da Timur Bekmambetov che è costata pochissimo, ma ha sfondato al box office, e che andrà in onda in prima tv sabato 15 giugno alle 21.15 su Sky Cinema Uno.


La peculiarità di Searching sta nel fatto che tutta quanta l’azione si svolge… sullo schermo di laptop o dispositivi mobili. Insomma, quel che vediamo è quello che i personaggi vedono su computer portatili o smartphone.


Protagonista della vicenda è David Kim, interpretato da un bravissimo John Cho (American Pie, Star Trek). Ormai vedovo, l’uomo si è da tempo allontanato dalla figlia Margot. Una notte però questa cerca di chiamarlo tre volte, invano. Preoccupato, il giorno dopo cerca di contattarla, ma senza successo.


David comincia così a indagare per cercare di scoprire cosa possa essere successo alla figlia. Nel frattempo, scopre fra l’altro che la vita di questa era ben diversa da come si figurava. Venire a capo della scomparsa della ragazza sembra impossibile, ma con l’aiuto del detective Vick (Debra Messing), Kim comincia a raccogliere indizi dal web e dai social network, oltre che sul computer di Margot.


Chaganty riesce nell’impresa di prendere un’idea eccellente, ma di difficile realizzazione, buona forse per un cortometraggio, e di farla funzionare per la durata di ben 100 minuti, senza cali di stile e di tensione. Una lezione di cinema imperdibile per gli amanti del thriller.