Beautiful Boy: la data di uscita in Italia del film

Tratto dal libro autobiografico di David Sheff, sta per uscire nelle sale italiane “Beautiful Boy”, diretto da Felix Van Groeningen

Un padre impotente che non riesce ad aiutare il figlio caduto nel tunnel della droga: un tema ancora tremendamente attuale è al centro di “Beautiful boy”, film diretto da Felix Van Groeningen e in uscita in tutte le sale italiane giovedì 13 giugno. La pellicola, prodotta dalla Plan B di Brad Pitt, è stata presentata in anteprima mondiale al Toronto International Film Festival lo scorso settembre.

Beautiful Boy: la trama

“Beautiful boy” si ispira al bestseller autobiografico del giornalista David Sheff “Beautiful Boy: a father's journey through his son's addiction” e all’autobiografia del figlio Nic “Tweak: growing up on methamphetamine”. La storia, drammatica, è quella di Nicolas Shelf, un diciottenne brillante che scrive per il giornale della scuola, ha la passione per il teatro, gioca a pallanuoto, ama leggere e sta per entrare al College. Un ragazzo modello, apparentemente il miglior figlio che ogni genitore possa desiderare. Nicolas ha un padre giornalista e due fratelli avuti dal secondo matrimonio del papà con Karen, un’artista. Ogni cosa sembra essere al suo posto ma Nick non è quel ragazzo perfetto che appare: dall’età di 12 anni fa uso di droghe. La sua preferita è la metanfetamina, che gli fa vedere il «mondo in Technicolor», come ammette lui stesso. Ma il ragazzo non disdegna neanche l’eroina, che lo trasforma in un vero e proprio tossicodipendente. Il film segue l’incubo della famiglia del ragazzo nel tentativo di tirarlo fuori dalla spirale della tossicodipendenza. Lacrime, porte sbattute in faccia, sorrisi, disperazione: sentimenti contrastanti per dimostrare che nessuno è immune, una tragedia del genere può accadere a chiunque.

La colonna sonora di “Beautiful boy” mescola sapientemente brani di David Bowie, dei Nirvana, di Tim Buckley e dei Sigur Rós.

Beautiful boy: il cast

A interpretare il ruolo dei protagonisti due attori che sono entrati in maniera perfetta nei panni di David e del figlio Nick: Steve Carell e Timothée Chalamet. Carell, famoso soprattutto come attore comico, è stato capace di entrare in maniera sublime nella psicologia di un padre che vuole salvare a tutti i costi il figlio dal tunnel della droga. L’attore ha ottenuto anche una nomination agli Oscar per la sua interpretazione in “Foxcatcher”. Nei panni di Nicolas il giovane attore franco-statunitense Timothée Chalamet, diventato famoso grazie al ruolo di Elio Perlman nel film “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino, grazie al quale ha ottenuto le candidature ai Golden Globe, al Premio BAFTA, agli Screen Actors Guild Awards e al Premio Oscar nella sezione miglior attore protagonista a soli 22 anni. Per il ruolo di Nicolas in “Beautiful boy”, Timothée Chalamet ha ricevuto il plauso della critica e ancora una volta una candidatura ai Golden Globe. La seconda moglie del padre, Karen, è interpretata da Maura Tierney, lanciata dalle serie tv “E.R. Medici in prima linea” e “The Affair - Una relazione pericolosa”. Nel cast, anche Amy Ryan (Vicki Sheff), Kaitlyn Dever (Lauren) e Timothy Hutton nel ruolo del dr. Brown.

“Beautiful boy” è il primo film americano di Felix von Groeningen, regista belga autore del doloroso “Alabama Monroe”.