Beautiful Boy: la trama del film

La trama di “Beautiful boy”, film diretto dal belga Felix von Groeningen e tratto da una storia vera

Esce nelle sale italiane giovedì 13 giugno “Beautiful boy”, film drammatico e intenso ispirato alla storia vera della famiglia del giornalista David Sheff. A portare le vicende di David e di suo figlio Nic sul grande schermo il regista belga Felix von Groeningen, per la prima volta al lavoro su una produzione statunitense.

La trama di Beautiful boy

“Beautiful boy” è stato scritto dallo stesso regista insieme a Luke Davies e si basa sui due libri autobiografici scritti dai reali protagonisti della vicenda: “Beautiful Boy: a father's journey through his son's addiction” del giornalista David Sheff e “Tweak: growing up on methamphetamine” scritto dal figlio Nic. Al centro della vicenda c’è proprio il rapporto tra un padre, giornalista, al suo secondo matrimonio, e il primogenito Nicolas, ragazzo dalle qualità straordinarie, a scuola e nello sport, che si trovano a fare i conti con qualcosa di molto più grande di loro. Nick è bello, è adorato da suo padre David ma anche da Karen, la seconda moglie del giornalista, che gli ha anche regalato altri due splendidi fratelli. Tuttavia a Nick non basta e, come ogni adolescente, vuole sperimentare qualcosa di diverso. Comincia a fare uso di sostanze stupefacenti, diventando completamente dipendente da metanfetamina. Sperimenta però anche l’eroina e, nonostante diversi tentativi per venirne fuori, non riesce a smettere. In questo incubo, naturalmente, verrà coinvolta tutta la sua famiglia e soprattutto il padre David, che farà di tutto per salvare suo figlio dalla dipendenza.

I protagonisti di Beautiful boy

Per quanto riguarda i protagonisti, la scelta del regista è ricaduta su Steve Carell nel ruolo del padre David e di Timothée Chalamet in quello del figlio Nic. I due attori sono riusciti a rendere pienamente i sentimenti dei due personaggi, ricevendo il plauso dalla critica e dal pubblico. Steve Carell è famoso soprattutto per i ruoli comici ma è riuscito a farsi apprezzare anche come attore drammatico, riuscendo ad ottenere una candidatura agli Oscar per il suo ruolo nel film “Foxcatcher - Una storia americana”. Timothée Chalamet, invece, si è fatto conoscere al grande pubblico per il ruolo di Elio Perlman nel grande successo della scorsa stagione cinematografica “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino. Per l’interpretazione di Nic Shelf in “Beautiful boy”, l’attore ha ottenuto la nomination ai Golden Globe, ai Premi BAFTA e agli Screen Actors Guild Awards.

Il regista Felix von Groeningen

Beautiful boy” è il primo film americano del regista e sceneggiatore belga Felix von Groeningen. Il suo film del 2012 “Alabama Monroe - Una storia d’amore” venne candidato agli Oscar come miglior film straniero e ai David di Donatello come miglior film dell’Unione Europea, oltre ad aggiudicarsi numerosi altri riconoscimenti in tutta Europa, tra cui il César. Successivamente, von Groeningen ha diretto “Belgique”, in cui ha raccontato la storia vera di suo padre, che aprì un bar nella città di Ghent insieme al fratello per poi essere costretto a venderlo.

Così come in “Alabama Monroe”, anche in “Beautiful boy” von Groeningen ha saputo affrontare correttamente le emozioni, abbinandole a suggestivi brani musicali, da David Bowie ai Nirvana, da Tim Buckley ai Sigur Rós.