Captain Marvel, gli Easter Egg del film

Inserire immagine

Il doppio omaggio a Stan Lee, citazioni di grandi classici come Pulp Fiction, scene post-credit e molto altro. Scopriamo gli Easter Egg del film stand-alone sulla supereroina Marvel appena giunto nelle sale e già in vetta ai box office

Giunta nelle sale lo scorso weekend, la supereroina di casa Marvel interpretata da Brie Larson  ha già incassato oltre 450 milioni di dollari nel mondo (dati Box Office Mojo). Fra le cose che il pubblico apprezza di più di Captain Marvel c’è la grande quantità di citazioni e riferimenti pop nascosti all’interno della narrazione.
 
Captain Marvel, VIDEO e previsioni da record al box office
 
Captain Marvel catapulta il pubblico più di un decennio prima che i Vendicatori iniziassero a collaborare e questo ha permesso al regista Kevin Smith di introdurre nel film diversi riferimenti al Marvel Cinematic Universe nato successivamente, già conosciuto dai fan del genere.
 
Vi è sfuggito qualcosa? Ecco una selezione dei più interessanti Easter Egg di Captain Marvel.
 
 
+++ SPOILER +++ 

 
L’immortale Stan Lee

Captain Marvel è il primo film del MCU a vedere la luce dopo la scomparsa del celebre fumettista, padre di Spiderman e colleghi. La pellicola di Kevin Smith non poteva certo scordarsi di lui: all’interno dei (lunghi) titoli di testa composti da un mashup con le scene di vari comic movie, i riflettori sono tutti per i cameo con protagonista Lee. E anche in Captain Marvel spunta un’inedita apparizione: provate a scovare Stan Lee fra i passeggeri del treno a bordo del quale Carol Danvers dà la caccia agli Skrull...
 
Tutti i cameo di Stan Lee

Vi presento Kelly Sue DeConnick

Certo, non potrà prendere il posto di Stan Lee, ma Captain Marvel fa largo ad una fumettista fino ad ora rimasta nascosta dietro alle pagine dei comics. La versione di Carol Danvers tratta dai fumetti di Kelly Sue DeConnick ha ispirato la pellicola dei Marvel Studio, così ecco che si può scorgere la DeConnick tra la folla di pendolari che vanno incontro a Carol quando la supereroina scende dal treno inseguendo gli Skrull: è la prima persona che vede Carol scendere dal treno, arrivando a sfiorarla.
 
I supereroi (e i supervillain) in arrivo nel 2019 al cinema

Captain Marvel come Pulp Fiction?

Nel cast del comic movie targato Marvel c’è Samuel L. Jackson alias Nick Fury, che qui ritroviamo ringiovanito di 25 anni grazie alla computer grafica. L’attore è stato protagonista nel 1994 di Pulp Fiction e un utente di Twitter ha fatto subito notare come Captain Marvel omaggi il titolo cult di Quentin Tarantino, attraverso due scene: mentre Jackson è alla guida dell’auto (in Pulp Fiction al suo fianco c’è John Travolta) e quando beve una bibita da un bicchiere bianco e rosso. Lo stesso in entrambi i film.

 

Blockbuster, che nostalgia!

I cinefili incalliti hanno dovuto dire addio al colosso dei film a noleggio già da diversi anni, a causa dell’avvento del digitale. Ma Captain Marvel inserisce un po’ di amarcord nella sua super-eroica avventura: una scena del film è stata girata usando l'ultimo store di Blockbuster in America, che si trova a Bend, in Oregon, e che nel film si rende protagonista di una scena al cardiopalma. Ma sono gli scaffali del negozio a contenere i migliori Easter Egg, dove spiccano le videocassette di titoli cult come True Lies con Arnold Schwarzenegger e Jamie Lee Curtis uscito nell’anno in cui è ambientato Captain Marvel, e Uomini Veri, una pellicola con protagonisti dei piloti dell’aeronautica, proprio come la Carol Danvers di Marvel.
 
Marvel, i film sui fumetti che vorremmo vedere

 

Verso Guardiani della Galassia

Come comunicano gli umani e gli alieni nel film di James Gunn, Guardiani della Galassia? Attraverso il “traduttore universale”, probabilmente. A svelarlo è proprio Carol Danvers mostrando al pubblico di Captain Marvel questo strumento, mentre cerca di scambiare qualche parola con il poliziotto incontrato davanti a Blockbuster.
 
Da Marvel a DC, gli attori comparsi in più di un comic movie

 

Il gatto della scena post-credit

Captain Marvel presenta due scene post credit che introducono importanti scenari all’interno del Marvel Cinematic Universe. Protagonista della seconda scena dopo i titoli di coda è il gatto Goose: ricordate il Tesseract, il Cubo Cosmico, oggi nelle mani dello S.H.I.E.L.D.? Era stato ingoiato dal felino...