I cinque migliori film di Claudio Bisio

Inserire immagine
@Getty Images

L'attore, nel frattempo, ha iniziato le riprese di «Se mi vuoi bene», il nuovo film diretto da Fausto Brizzi

Claudio Bisio: "Mai più a Sanremo" Le belle sorprese di Bisio e Matano

Sono iniziate ieri a Torino le riprese di «Se mi vuoi bene», il nuovo film diretto da Fausto Brizzi con Claudio Bisio mattatore assoluto. La notizia è l’occasione per andare a ritroso nella filmografia dell’attore e individuare le sue cinque pellicole migliori.

Mediterraneo (1991)

Ispirato liberamente al romanzo «Sagapò» di Renzo Biasion, edito da Einaudi, «Mediterraneo» di Gabriele Salvatores racconta di un gruppo di soldati italiani stremati dai combattimenti della Seconda Guerra Mondiale, che finisce su un'isola greca e, dopo aver ottenuto la fiducia della popolazione locale, prova a far parte della comunità. Girato interamente sull'isoletta greca di Castelrosso in nove settimane, il film vinse l’Oscar come miglior film straniero.


Puerto Escondido (1993)

Con Salvadores, Bisio lavora anche l’anno seguente nella commedia «Puerto Escondido». Basata sulle vicende del veronese Claudio Conti, la pellicola racconta la storia di Mario Tozzi (Diego Abatantuono), che, dopo essere stato coinvolto suo malgrado in due omicidi, fugge in Messico dove si lega a un giro animato da un gruppo di narcotrafficanti. L’opera conclude la cosiddetta «tetralogia della fuga» del regista italiano, di cui fanno parte «Marrakech Express» (1989), «Turné» (1990) e appunto «Mediterraneo».

Ex (2009)

«Ex» è un film corale di Fausto Brizzi, che torna al cinema dopo il grande successo dei due «Notte prima degli esami». La pellicola segue le vicissitudini di sei coppie, che si intrecciano e sviluppano tra Natale e San Valentino. C’è per esempio Sergio (Bisio), eterno Peter Pan divorziato da anni, che, per cause di forza maggiore, si ritrova a dover fare il padre a due adolescenti. Oppure c’è Elisa (Claudia Gerini), che sta per sposarsi con Corrado, ma il prete si rivela essere un suo vecchio fidanzato.

Benvenuti al sud (2010)

Commedia di grande successo diretta da Luca Miniero, «Benvenuti al sud» è il remake del film francese «Giù al Nord». E racconta la storia di Alberto Colombo, un direttore delle Poste della Brianza, che viene trasferito nel piccolo paese di Castellabate a seguito di una richiesta andata non propriamente a buon fine. Inizialmente perplesso dalla situazione, l’uomo viene subito accolto a braccia aperte dal postino Mattia e dai colleghi, iniziando ad apprezzare le bellezze e le abitudini del piccolo centro campano.

Benvenuto Presidente! (2013)

Diretta da Riccardo Milani, «Benvenuto Presidente!» è una commedia dell’assurdo, per cui, a causa di un errore di omonimia, un montanaro viene eletto Presidente della Repubblica. E se da un lato la sua saggezza e la sua onestà lo aiutano a far breccia nel cuore degli italiani, dall’altro tre politici corrotti tentano di liberarsi della sua presenza e fanno di tutto per rovinargli la reputazione. Di recente, è stata annunciata la produzione del sequel, che avrà come titolo «Bentornato presidente» e come protagonisti ancora Bisio e Sarah Felberbaum.