Laura Chiatti, la protagonista del film "Un'avventura"

Laura Chiatti
@Getty Images

Attrice, showgirl e cantante: alla scoperta di Laura Chiatti, protagonista del musical “Un’avventura”

È al cinema dal 14 febbraio con “Un’avventura”, il musical imperniato sulle canzoni di Lucio Battisti, e l’abbiamo vista sul palco dell’Ariston tra gli ospiti del Festival di Sanremo 2019: la carriera di Laura Chiatti.

Gli inizi, tra musica e fiction

Non tutti sanno che gli inizi della carriera dell’attrice sono nel mondo della musica, da sempre una delle sue grandi passioni. Dopo una partecipazione, a soli 12 anni, al Karaoke di Fiorello, Laura incide due dischi in inglese, passando per una vittoria nel concorso di bellezza Miss Teenager.

La prima esperienza come attrice arriva nel 2000, con la soap “Un posto al sole” che, in seguito, daranno il via alla partecipazione ad altre produzioni televisive, come “Compagni di scuola”, “Carabinieri”, “Diritto di difesa” e “Incantesimo 7”.

Il debutto al cinema

Il debutto sul grande schermo arriva nel 2004 con il film di Giacomo Campiotti “Mai + come prima”. L’anno successivo è la protagonista di“Passo a due” con il ballerino Kledi Kadiu, con la regia di Andrea Barzini. Nel film, Laura Chiatti mostra un altro talento, quello di ballerina. Con “L’amico di famiglia” di Paolo Sorrentino, del 2006, in cui recita accanto ad attori come Giacomo Rizzo e Fabrizio Bentivoglio, l’attrice si cimenta con un tipo di cinema più impegnato. Nello stesso anno, è anche nel cast, insieme a Valeria Golino e Luca Zingaretti, del film di Francesca Comencini “A casa nostra”.

“Ho voglia di te” e il successo

La conferma del successo arriva con il ruolo di Gin in “Ho voglia di te” di Luis Prieto, tratto dall’omonimo romanzo di Federico Moccia e seguito di “Tre metri sopra il cielo”. Nel film del 2007, Laura Chiatti è protagonista, insieme a Riccardo Scamarcio, di una scena di sesso molto esplicita, che suscitò non poche critiche all’epoca. Nel frattempo, l’attrice umbra (è nata a Castiglione del Lago) torna in tv con Claudio Santamaria nella miniserie “Rino Gaetano - Ma il cielo è sempre più blu”. Nella fiction, la Chiatti è Chiara, la manager di Rino Gaetano (interpretato da Santamaria). L’anno successivo, è nel cast del film tratto dall’autobiografia di Marco Baldini, “Il mattino ha l’oro in bocca”, con Elio Germano e Martina Stella.

La conferma

Tra il 2009 e il 2010, Laura Chiatti recita in “Baarìa” di Giuseppe Tornatore, ne “Il caso dell’infedele Klara” di Roberto Faenza, in cui recita, ancora una volta, accanto a Claudio Santamaria. Anche Pupi Avati vuole l’attrice nel cast del suo “Gli amici del bar Margherita”, con Diego Abatantuono, Neri Marcoré, Fabio De Luigi e Luigi Lo Cascio. La Chiatti torna protagonista nel film di Volfango De Biasi “Iago”, ispirato dall’Otello di William Shakespeare. Anche Carlo Verdone la vuole come protagonista del film “Io, loro e Lara”, per cui Laura Chiatti riceve anche una nomination ai Ciak d’Oro come miglior attrice di una commedia. Sempre nel 2010 è anche tra gli attori italiani che hanno preso parte al film “Somewhere” di Sofia Coppola, girato a Los Angeles. Inoltre, doppia Rapunzel nel film Disney “Rapunzel - L’intreccio della torre”, in cui interpreta anche la colonna sonora. Nel 2014 torna in una serie televisiva, “Braccialetti rossi”. Negli ultimi anni, è stata protagonista del film di Leonardo Pieraccioni “Il professor Cenerentolo” e di “Io che amo solo te” e “La cena di Natale” di Marco Ponti.

Laura Chiatti è anche nel cast della serie tv targata Sky “1993”, incentrata su Tangentopoli, seguito di “1992”.

Un’avventura

Nell’ultimo film, “Un’avventura”, diretto da Marco Danieli e interpretato da Laura Chiatti e Michele Riondino, l’attrice ha modo di tornare a una delle sue grandi passioni: il canto. La pellicola, al cinema dal 14 febbraio, vuole omaggiare le canzoni scritte da Lucio Battisti e Mogol attraverso la vicenda di due giovani innamorati nella Puglia degli anni ‘70. I due attori sono stati tra gli ospiti della 69esima edizione del Festival di Sanremo, dove hanno duettato proprio nel brano che dà il titolo al film.