Quentin Tarantino, i suoi 7 migliori film

Cinema
pulp-fiction

Il 2019 sarà l'anno del nuovo film di Quentin Tarantino con Leonardo Di Caprio e Brad Pitt. In attesa di "Once Upon a Time in Hollywood", ecco i sette migliori film del regista

C’è grande attesa per “Once Upon a Time in Hollywood”, film diretto da Quentin Tarantino in uscita nel 2019. Ambientato nel 1969 a Los Angeles, vede come attori protagonisti Leonardo DiCaprio e Brad Pitt che interpretano i ruoli di un attore famoso e del suo stuntman. Entrambi stanno facendo fatica a trovare ruoli in una Hollywood che non sembra riconoscerli più. Ma uno dei due ha una vicina di casa molto famosa, Sharon Tate. Si tratta della moglie del regista Roman Polanski, che l'8 agosto 1969, a due settimane dal parto, fu uccisa dalla setta guidata da Charles Manson. Ovviamente la scelta di raccontare, anche se a quanto pare solo in maniera limitata, la storia di Charles Manson ha subito attirato le attenzioni di critica e pubblico. Quentin Tarantino è pronto nuovamente a stupire e aspettando la sua nuova opera, diamo un’occhiata ai suoi migliori film da regista.

  1. Pulp Fiction
  2. Bastardi senza gloria
  3. Django Unchained
  4. Le Iene
  5. The Hateful Eight
  6. Kill Bill: Vol 2
  7. Kill Bill: Vol 1

Pulp Fiction

Dialoghi perfetti, scene diventate cult ed entrate a tutti gli effetti nella cultura pop. Pulp Fiction è l'unica produzione della filmografia di Tarantino che segue una struttura non lineare, optando per una raccolta di storie intrecciate che prendono ritmo. Il tempo è irrilevante perché il regista si concentra sulla caratterizzazione di Vince, Jules, Mia e Butch. Le conversazioni tra i protagonisti sono entrate nella storia del cinema, scene diabolicamente semplici ma di grande effetto. Nella classifica dei migliori film di Quentin Tarantino, Pulp Fiction occupa in assoluto la prima posizione.

Bastardi senza gloria

Il nazismo e l'Olocausto affrontati da un regista come Quentin Tarantino vale da solo il prezzo del biglietto. Mantenendo il suo stile unico, il regista riscrive la storia e plasma il personaggio di Hans su Christoph Waltz, in grado di mettere in scena una straordinaria interpretazione. Rimane sempre una presenza spregevole sullo schermo, ma c'è qualcosa nel ritratto di Waltz che ti impedisce di distogliere lo sguardo. I tempi, i dialoghi, la tensione e l'ironia giocata sul versante delle lingue differenti permettono di costruire un film che lo rende un piccolo gioiello del cinema.

Django Unchained

Django Unchained permette a Tarantino di tuffarsi negli orrori della storia, portando alla luce la vera brutalità che avvenne durante il periodo della schiavitù negli Stati Uniti d'America. Personaggi bizzarri e tanta violenza per mantenere una continuità stilistica con “Bastardi senza gloria”. Anche in questo film, Tarantino mette in mostra un Christoph Waltz da Premio Oscar accompagnato dalle meravigliose interpretazioni di Samuel L. Jackson e Leonardo Di Caprio. Potenza dei dialoghi, musica che cattura e l’uso degli sguardi tipico degli spaghetti western per costruire uno spettacolo magistrale.

Le Iene

“Le Iene” introduce al grande pubblico gli elementi tipici della filmografia di Quentin Tarantino. Humor nero, violenza e dialoghi sfrontati per un film che dopo 26 anni continua ad essere modernissimo. Perfetta anche la colonna sonora in pieno stile anni ‘70 con il picco di 'Stuck in the Middle With You' che accompagna la danza di Michael Madsen prima di tagliare un orecchio ad un giovane poliziotto. 

The Hateful Eight

Oltre 160 minuti per affrontare un viaggio infernale di otto personaggi riuniti da un crudele scherzo del destino e stipati in un emporio. Per l’occasione Quentin Tarantino riporta l'Ultra Panavision 70 sullo schermo, un formato abbandonato nel 1966. Decide di filmare così le interazioni degli attori dentro uno spazio chiuso disponendo i personaggi come pedine su una scacchiera. Con Samuel L. Jackson, Tim Roth, Kurt Russell, Michael Madsen, Zoë Bell, Walton Goggins e Bruce Dern, il film sembra un omaggio allo stesso Quentin Tarantino.

Kill Bill Vol. 1 e 2

Entrano di diritto nei migliori film di Quentin Tarantino anche le due opere dedicate alla storia di Beatrix Kiddo, killer che sta per sposarsi e vuole cambiare la sua vita per sempre. La saga è composta da due film ricchi di flashback tra passato e presente che inondano letteralmente gli spettatori. Forma e contenuti straripanti accompagnano la vendetta di Beatrix Kiddo, pronta ad uccidere chiunque si sia messo contro di lei e sua figlia e a caccia di Bill. Un film che omaggia il cinema che ama Tarantino in ogni scena, ogni personaggio e ogni canzone che fa parte della colonna sonora. Uma Thurman si lascia completamente trasportare dalla visione del regista e mette in scena la sua migliore interpretazione.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.